Cancerogeni i colori per tatuaggi di un’azienda USA: lotti specifici e ritiro per l’Italia

Il Ministero della Salute interviuene con un ritiro mirato sue prodotti in determinate nuance

20
CONDIVISIONI

C’è reale pericolo per specifici colori per tatuaggi: l’argomento e serio e merita oggi un approfondimento doveroso dopo un richiamo specifico attuato dal Ministero della Salute in Italia nelle scorse ore. Niente allarmismi per i tatuaggi in generale questo è chiaro ma due specifiche nuance di un determinato lotto di produzione di un brand USA sono stati appena ritirati dal mercato perché potenzialmente cancerogeni.

I colori per tatuaggi oggetto dell’intervento del Ministero della Salute hanno le seguenti coordinate: il primo messo al bando è il pigmento per tatuaggi Perma Blend nella colorazione Queens Red e a marchio PERMABLEND PIGMENTS. La produzione della nuance avviene negli Stati Uniti e il lotto specifico oggetto del richiamo è quello con codice PBQH181812. Il secondo prodotto incriminato è quello rosa-rose satin a marchio ETERNAL INK. Il lotto di riferimento è quello con data di produzione del 27 luglio 2017  e con scadenza il 27 luglio del 2020: ancora, la confezione oggetto del provvedimento è quella da 30 ml.

Entrambi i colori per tatuaggi qui esaminati, per quanto prodotti negli Stati Uniti, sono comunque utilizzati in Italia perché distribuiti da aziende nostrane. Il Ministero della Salute, nelle note informativa, parla esplicitamente di rischio chimico cancerogeno e dunque ordina, senza mezzi termini, il ritiro dei prodotti in questione presso i centri in cui si effettuano i tatuaggi. I consumatori che nelle prossime settimane sono intenzionati proprio a tatuarsi qualcosa sulla propria pelle, sono pregati di prestare dunque di porre particolare attenzione ai prodotti che saranno utilizzati dal professionista prescelto.

Non è la prima volta che i colori per tatuaggi sono oggetto di azioni di ritiro e controllo da parte del Ministero della Salute in Italia e di altri enti altrove. Il rischio cancerogeno dei pigmenti esaminati non va sottovalutato e per questo motivo ben vengano controlli serrati che mettono sempre al sicuro i consumatori.

Segui gli aggiornamenti della sezione Trending News sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.