Giallo sul Samsung Galaxy Fold ma Best Buy non lascia speranze e l’azienda tace

Purtroppo le novità latitano e la distribuzione americana lancia segnali negativi

2
CONDIVISIONI

Possibile definire un vero e proprio giallo il destino del Samsung Galaxy Fold? In effetti, lo smartphone pieghevole dell’azienda continua a non essere lanciato dal produttore dopo un primo scandalo che lo aveva visto protagonista prima del lancio commerciale con ovvi e seri problemi di rottura del display. Da allora, una serie di annunci dell’azienda sudcoreana sono stati tutti improntati sul concetto di “lavori in corso” per garantire la migliore esperienza possibile ai clienti ma nonostante la promessa di notizie definitive nel giro di breve tempo, ancora tutto trace sul lancio commerciale del device.

Ci pensa tuttavia la rinomata catena di elettronica statunitense Best Buy a dire la sua con i fatti, anche se la cosa non è certo da interpretarsi come positiva. Ebbene, il Samsung Galaxy Fold  era in vendita anche presso gli store e sul sito online del marchio, sempre negli Stati Uniti, e non sono stati affatto pochi coloro che hanno provveduto al pre-ordine dello smartphone pieghevole in tempi non sospetti. Ora, proprio gli stessi utenti stanno ricevendo una mail abbastanza eloquente con l’annullamento effettivo dell’ordine effettuato e semmai del primo pagamento elargito. Una misura drastica che si accompagna, tuttavia, ad un coupon di 100 dollari per ripagare i malcapitati della lunga e inutile attesa.

Lo ricordiamo, qualche settimana fa, Samsung aveva pure operato la sua scelta, inviando mail ai primi acquirenti del Samsung Galaxy Fold e proponendogli la doppia scelta: quella di mantenere la prenotazione confermandola però necessariamente entro il 31 maggio o cancellarla del tutto. La misura di Best Buy risulta essere ben più drastica e non può essere che interpretata in negativo. Possibile che i tempi di rilascio commerciale siano talmente lunghi da non giustificare ancora il mantenimento degli ordini e dunque per questo motivo è preferibile non limitare i propri acquirenti? Staremo a vedere se, a questo punto, l’azienda rilascerà in prima persona un comunicato ufficiale, almeno per sedare gli animi dei tanti fan del prodotto nel mondo.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.