Una nuova serie di Sex and the City sul sesso tra over 50? Arriva il sequel della scrittrice Candace Bushnell

La scrittrice Candace Bushnell pensa ad nuova serie di Sex and the City sul sesso tra cinquantenni e sessantenni, basata sul suo nuovo libro

Probabilmente non avremo mai una nuova serie di Sex and the City con il cast originale, causa tensioni tra le attrici e in particolare tra la protagonista Sarah Jessica Parker e l’interprete di Samantha Kim Kattral, ma potremmo vedere presto un sequel che riporta in tv l’universo narrativo della serie con lo stesso tema declinato in forma diversa.

L’autrice del libro da cui è tratta la serie, la scrittrice Candace Bushnell di cui Carrie Bradshaw è l’alter ego sullo schermo, sta per pubblicare un nuovo romanzo intitolato Is There Still Sex in the City? (C’è ancora sesso in città?), che è già destinato ad ottenere un episodio pilota per un potenziale adattamento per il piccolo schermo prodotto dalla Paramount TV.

Secondo The Hollywood Reporter, la nuova storia non sarà esattamente un seguito del precedente libro di Bushnell, né della versione di Sex and the City della HBO o dei due film che ne sono derivati. Piuttosto, si concentrerà sul tema degli incontri, delle passioni e del sesso per persone che hanno cinquant’anni o giù di lì. Una sorta di versione matura di Sex and the City, che non racconterà più la sessualità delle trentenni ma quella di persone più in là con gli anni alle prese con insicurezze nuove ma anche con una sorprendente vitalità.

A fare da cornice alle (dis)avventure amorose delle protagoniste ci sarà sempre New York, non semplice sfondo della serie originale e del libro da cui è tratta ma a sua volta grande protagonista della storia con la sua scintillante bellezza, i suoi scorci mozzafiato e i suoi locali pullulanti di volti e corpi pronti ad incontrarsi.

La Bushnell ha spiegato a THR che ormai superare il giro di boa dei cinquant’anni non ha più lo stesso significato di un tempo, visto che la giovinezza si protrae spesso ben oltre il fattore anagrafico, dunque è interessante raccontare il rapporto col sesso a quell’età.

Una volta, cinquant’anni e oltre significava l’inizio della pensione – lavorare di meno, dedicare più tempo ai tuoi hobby, con i tuoi amici, chi come te sta invecchiando. In breve, la gente in età di pensionamento non era destinata a fare molto altro tranne che invecchiare e appesantirsi. Non era previsto che iniziassero nuove imprese, si trasferissero in uno stato diverso, avessero un po’ di incontri sessuali casuali con sconosciuti e ricominciassero tutto da capo, ma questo è esattamente ciò a cui la vita di molte donne di cinquanta – e sessant’anni circa – assomiglia oggi, e sono entusiasta di riflettere la ricca complessità della loro realtà nel libro e ora sullo schermo.

La stessa Bushnell scriverà la sceneggiatura per il pilot e curerà anche la produzione esecutiva della potenziale serie (qualora fosse ordinata un’intera stagione) insieme a Liza Chasin e Robyn Meisinger. Non è la prima volta che la scrittrice lavora per la tv, visto che ha già scritto il pilot per l’adattamento della NBC del suo libro Lipstick Jungle e ha lavorato alla produzione esecutiva dell’adattamento di The CW del prequel di Sex and The City, The Carrie Diaries, dedicato all’adolescenza della protagonista Carrie Bradshaw.

Il nuovo libro della Bushnell arriverà nelle librerie americane il 6 agosto, mentre non si conoscono ancora i tempi di realizzazione dell’episodio pilota da cui potrebbe partire la nuova serie tv né l’eventuale rete che la accoglierà (Sex and the City, premiata con diversi Emmy nel corso di sei stagioni, è stata una delle più viste di sempre su HBO).

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.