Addio definitivo all’aggiornamento Android Pie per Asus ZenFone 3: le prospettive future

Analisi ravvicinata sulle prossime mosse che potrebbero caratterizzare lo sviluppo dello smartphone Android

56
CONDIVISIONI

Da alcune ore a questa parte si è tornati a parlare dell’Asus ZenFone 3. Nella giornata di ieri, come vi abbiamo riportato puntualmente attraverso un articolo apposito, il produttore asiatico ha reso nota la lista dei device destinati a ricevere l’aggiornamento del sistema operativo Android Pie. Come si poteva facilmente immaginare, lo smartphone lanciato sul mercato nel corso del 2016 non figura nell’elenco, con la conferma definitiva che gli utenti non potranno fare uno step invocato a furor di popolo. A maggior ragione se si pensa che il prodotto in questione risulta ancora molto popolare dalle nostre parti.

Come stanno le cose? Per l’Asus ZenFone 3 è necessario parlare di stop definitivo al suo sviluppo software o c’è ancora margine per sperare in qualche aggiornamento in grado di risolvere problemi qua e là? Di recente non abbiamo assistito ad ulteriori comunicazioni ufficiali da parte della divisione italiana, ragion per cui tutti brancoliamo nel buio, ma l’occasione è utile per condividere nuovamente coi nostri lettori quanto ci era stato detto pochi mesi fa.

Ad una precisa domanda sull’Asus ZenFone 3, un referente ci annunciò che ci sarebbero stati altri upgrade in futuro per il modello. Premesso che da allora nulla si sia mosso per il device, non possiamo fare altro che avere come punto di riferimento quelle parole, in attesa che si passi una volta per tutte dalle parole ai fatti. Al dì là di questioni hardware, come quelli legati alla messa a fuoco della fotocamera, va detto che lo smartphone in questione non soffre di particolari bug a livello software.

Secondo voi ci sono ancora speranze nel toccare ulteriori aggiornamenti software per Asus ZenFone 3? Fateci sapere che ne pensate lasciando un commento a fine articolo dopo il punto della situazione oggi 1 marzo.

Commenti (15):

Ste

Ho uno zenfone 3 aggiornato Oreo 8.1.
Ha sempre funzionato bene, tranne la fotocamera. Era meglio l’NGM forward prime.
Mia moglie ha lo zenfone 3 Max (uno schifo), che sta per cambiare.. Asus no aggiorna a Pie? E noi non aggiorniamo ad Asus

Zanzibar1968

Purtroppo no 4 zenfone3 e tutti e 4 sono fermi a Android 7 da ultimo aggiornamento maggio 2018, da allora buio completo,a prescindere dai problemi di fotocamera è di aggiornamento ritenevo Asus una ditta seria e professionale,purtroppo no sbagliato 4 volte ma non ci sarà una 5 tranquilli.

Roberto Robi

Il commento più ridicolo – e penoso – è quello di Giovanni Danna che pretende di saperne di più dei “manager strapagati”: loro hanno pacchetti retributivi annui sui $ 300.000 minimo, mentre se il sig. Danna ha Zenfone 3 deve avere uno stipendio di un decimo del loro, o anche meno. Chi è che la sa più lunga, fra i due? 😄😄

    Valerio Speranza Graziosi Francesca

    Il signor Danna ha postato un commento valido. Qui non è il caso di essere ridicoli e comportarsi come in altri social. Come postato più in basso, avendo anche una certa esperienza, l’aggiornamenti a prodotti come questi dimostrano la serietà di una azienda e non inficiano assolutamente future vendite, anzi cosi facendo cosi dimostrano la bontà dell’azienda. Poi se si vuole uno smartphone maggiormente perfomante, il cliente potrebbe pensare, vista la bontà dell’assistenza, di comperare un Asus. I manager possono guadagnare ciò che vogliono, ma se huawei e prima come aziende produttrice di telefonia una ragione ci sarà. Tutto qui.

Giovanni Danna

Zenfone 3 ze520kl ed altri.

Io prenderò atto delle scelte politiche sugli aggiornamenti di Asus.
Asus prenderà atto che ai miei amici ed ai miei familiari non venderà più neanche uno spillo.

Tanti strapagati “tap manager” ancora non capiscono che il vero successo di un marchio, la vera garanzia per i propri investitori è , e sempre più sarà, non solo fornire alla propria clientela un buon prodotto ma indurla concretamente a testimoniare quanto sia lunga e completa l’attività di supporto ricevuta.

Domanda (retorica) :
È più efficace spendere il massimo per aggiungere il proprio marchio nelle marea degli spot pubblicitari impersonali per i “La qualunque” o è più efficace destinare qualche risorsa in più degli altri per avere milioni di testimonial diretti di affidabilità e di supporto del proprio marchio?

Max

Io ho comprato questo Asus zenfone 3 Max 3 giorni fa e da Android 6 marshmallow che avevo oggi ho oreo 8.1 quindi devo dire di essere molto soddisfatto di questo smartphone fino ad ora

Giuseppe Campagna

Sono molto deluso per i mancati aggiornamenti al mio zenofobe 3. Ho problemi con la messa a fuoco della camera. Ho suggerito ai miei figli gli Xiaomi e credo che sarà il mio prossimo acquisto. Loro non hanno mai abbandonato mai i device così come ha fatto Asus.

Giuse Birto

Non ha più senso la fedeltà al marchio, tanto vale provare altro. Io ho preso xiaomi A2 e ho speso meno.

Valerio Speranza Graziosi Francesca

Ho un asus zenfone 3 ultra costato parecchio e lo sapete. Contattando mesi fa asus Italia per un aggiornamento almeno ad android 8, allafine non si è capito cosa volessero dire e hanno scaricato tutto sulla casa madre!!! Inoltre ho un asus zenfone 2 che va bene, uno dei primi a conprarlo, e un notebook della stessa casa. Fare gli aggiornamenti per un prodotto come questo, l’Ultra, e altri prodotti non inficia le vendite come qualcuno dice, anzi le incrementa facendo notare che la ditta è seria e segue i propri prodotti. Invece si sono dimostrati inetti ed incapaci e chiaramente il prossimo smartphone sarà dei loro cugini huawei. Asus mai più.
Saluti

GIANCARLO MARONCELLI

Se vogliono che in futuro acquisti ancora prodotti Asus mi sembra doveroso da parte loro aggiornare prodotti come il Zenfone 3 ancora molto validi come hardware. Anche solo per evitare in futuro accuse di obsolescenza programmata dei loro prodotti.

Riky

Adesso il mio zenfone 3 l”ho passato a mia mamma, sono rimasto abbastanza soddisfatto dal device, ma non abbastanza da comprarne un evoluzione, quindi ora sono passato a Xiaomi.

Emanoil

No ci sarà niente. Siamo già alla zen 6.Loro devo vendere pure!Pecato per altri picoli aggiornamenti mancati .Si deveva dare di più per i clienti dell brand!!!

    Nunzio

    Sono un cliente di ASUS da parecchi anni, sicuramente nei miei prossimi acquisti cambierò marchio perchè non mi sembra corretto non fornire aggiornamenti su un telefono acquistato da circa un anno (CIRCA 300 EURO) e vedere che lo stesso a breve varrà poco o nulla. È meglio che ASUS prenda coscienza dei malumori della sua clientela.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.