Gorgonzola Igor ritirato dal mercato per listeria dal Ministero della Salute, tutti i lotti interessati

Elenco completo dei prodotti che in alcun modo vanno consumati, possibili rischi

32
CONDIVISIONI

Nessun allarme ma la giusta attenzione va posta sul ritiro del Gorgonzola Igor e non solo imposto per decisione del Ministero della Salute a causa della presenza di Listeria monocytogenes. Il richiamo riguarda ben 9 lotti del prodotto nella sua variante dolce, tutti prodotti dalla Igor appunto ma presenti nei negozi anche con altri marchi. Necessario dunque identificare le coordinate esatte della merce che in nessun modo va consumata.

Le marche del gorgonzola Igor coinvolte sono quelle  del formaggio Dop dolce con etichetta Igor Blu, Novarì, Bella Italia, Casa Leonardi e anche Colle Maggio. Nello specifico, la presenza del batterio Listeria monocytogenes è stata riscontrata in tutte le confezioni presenti nella lista al termine dell’articolo. Consigliamo ai nostri lettori di porre particolare attenzione al numero di lotto di produzione, alla data di scadenza dell’alimento e pure al peso stesso del pacco. Non da ultima, ulteriore approfondimento dovrà riguardare la data si scadenza della merce.

Per quanto il produttore omonimo del gorgonzola Igor abbia chiarito quanto sia anomala la rilevazione del batterio di listeria sulla merce uscita dai suoi stabilimenti, la misura del ritiro da parte del Ministero d della salute resta assolutamente attiva. Tutti i richiami riferiti al marchi su citati sono datati oggi 7 febbraio e facilmente consultabile, nella loro documentazione, direttamente sul sito ministeriale ufficiale.

Consigliamo vivamente ai nostri lettori di verificare la presenza  di una delle confezioni qui riportate in casa. La listeriosi risulta essere una malattia abbastanza grave se contratta da neonati, donne in gravidanza e persone anziane, per il rischio di gravi complicazioni. Naturalmente la merce oggetto del ritiro non dovrà essere in alcun modo consumata e semmai riportata al punto vendita. Occhio alla verifica dei prodotti in questione anche sugli scaffali dei negozi: nonostante il richiamo del Ministero, qualche esercente potrebbe non essere del tutto solerte nel ritiro dello stesso, dunque meglio verificare ogni confezione presente nel banco frigo secondo le coordinate già fornite.

Igor Blu confezione da 150 grammi, lotto 00716005 con data di scadenza 16/02/2019 e confezione da 1,5 kg per i lotti 0073033, 0073034 e 0073036 e data di scadenza 07/03/2019

Novarì confezione da 1,5 kg, lotto 0074027 con data di scadenza 07/03/2019

Bella Italia confezione da 1,5 kg, lotto 0074040 con data di scadenza 07/03/2019

Casa Leonardi confezione da 1,5 kg, lotto 0074035 con data di scadenza 07/03/2019 e lotto 0083002 e data di scadenza 08/03/2019

Colle Maggio confezione da 300 grammi variabili, lotto 0088003 e data di scadenza 17/02/2019

 

Per restare sempre aggiornato, aggiungi ai tuoi contatti su smartphone il numero 3770203990 e invia un messaggio WhatsApp con testo “NEWS”. Il servizio è completamente gratuito! In qualsiasi momento sarà possibile disdirlo inviando un messaggio con testo “STOP NEWS” allo stesso numero.

Lascia un commento: