Col turbo l’Huawei Mate 20 Pro: B171 per Face Unlock e fotocamera

Il colosso cinese migliora ancora il proprio Huawei Mate 20 Pro: dall'estero il pacchetto B171

7
CONDIVISIONI

Un altro aggiornamento irrompe a bordo di Huawei Mate 20 Pro, che, dopo aver ricevuto l’aggiornamento con la patch di dicembre 2018 (firmware B153 per i modelli no brand Italia), all’estero è lieto di accogliere anche la successiva release, incarnata dalla build ‘9.0.0.171(C185E10R1P16)‘, dal peso di 482MB. Come vi dicevamo, non si tratta di un upgrade destinato ai nostri esemplari, bensì di un incrementale che comunque dovrebbe essere per essi previsto, anche se sotto una sigla diversa.

Guardando al changelog, oltre alla patch di dicembre 2018, che per quanto ci riguarda era già stata inclusa nel pacchetto B153, questa particolare release si preoccupa di migliorare l’efficienza di Face Unlock, affinché risulti più preciso anche in ambienti non troppo illuminati (così da non sentire la necessità di dover ricorrere ad un metodo di sblocco alternativo), apportando anche dei benefici alla fotocamera (come nel caso della modalità Master AI, che dovrebbe presentarsi più reattiva, oltre che a riprodurre più fedelmente i colori). L’aggiornamento B171 non tarderà ad arrivare in Italia, arricchendo ulteriormente l’esperienza utente offerta da Huawei Mate 20 Pro, attualmente la punta di diamante dei prodotti hardware realizzati dal colosso cinese nel segmento smartphone.

Ad oggi, parliamo del dispositivo meglio bilanciato che è in grado di proporre il mercato, almeno relativamente al colosso cinese, che l’anno scorso aveva sfornato anche l’ottimo Huawei P20 Pro, il primo device dotato di tre fotocamere posteriori. Da qui a qualche mese lo scettro resterà dalla parte di Huawei Mate 20 Pro, almeno fino alla presentazione del prossimo Huawei P30, e poi ancora del successivo Huawei Mate 30 Pro, che dovrebbe presentare addirittura una penta-cam, come vi abbiamo raccontato in questo articolo. Descritte le migliorie inglobate nell’aggiornamento B171, vi diamo appuntamento ai prossimi giorni, quando avremo modo di registrare le prime segnalazioni del corrispettivo pacchetto in Italia.

Segui gli aggiornamenti della sezione Huawei sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.