Possibili ritardi sulle consegne per Ho. Mobile di Vodafone: approccio diverso da Iliad

Importante comunicazione ufficiale da parte del nuovo operatore. Ecco quanto è stato annunciato

7
CONDIVISIONI

Emergono alcune notizie davvero interessanti in queste ore per quanto riguarda Ho. Mobile di Vodafone, il nuovo operatore low cost concepito sulla scia di Kena Mobile (legato a TIM) e soprattutto Iliad Italia. Dopo il nostro ultimo punto della situazione per coloro che stanno guardando con grande interesse verso questo brand, infatti, occorre tener presente che la situazione sta cambiando rapidamente, almeno per quanto riguarda il pubblico sempre più numeroso propenso ad effettuare l’acquisto di una SIM online.

Ebbene, come avvenuto con Iliad poche settimane fa, pare che la richiesta di SIM da attivare con Ho. Mobile di Vodafone sia andata al dì là delle aspettative della stessa compagnia telefonica, al punto che ora questo nuovo brand non sarebbe più in grado di assicurare i tempi di consegna di cui si è parlato al momento del suo lancio sul mercato. La scelta aziendale è stata quella della trasparenza più totale, a costo di perdere parte dei potenziali clienti.

Se da un lato Iliad Italia è andata dritta per la sua strada, cercando di limitare i danni e velocizzando il più possibile le spedizioni, pare che al momento dell’acquisto della scheda Ho. Mobile di Vodafone si riceva un messaggio piuttosto chiaro. L’operatore, infatti, dichiara che a causa del grande successo del lancio, è stato indotto a suggerire l’opzione che prevede il “ritiro e pago in un punto vendita”.

Perché tutto questo? Ho. Mobile di Vodafone non ci gira troppo intorno e afferma a tal proposito che le tempistiche di spedizione e videochiamata potrebbero essere lunghe, o comunque superiori a quanto era stato affermato in un primo momento. Insomma, in questo modo si dovrebbero evitare lamentele da parte di coloro che decideranno di calarsi subito in questa realtà, considerando quanto avvenuto con Iliad. Che ne pensate?

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.