Chiamami col tuo nome di Luca Guadagnino trionfa ai Gotham Awards

Il film del regista italiano si aggiudica il più importante riconoscimento al premio del cinema indipendente americano. L’altro vincitore è l’horror "Get Out", con tre statuette. I migliori attori sono James Franco e Saoirse Ronan. Comincia la marcia di avvicinamento agli Oscar, in un anno difficilissimo per Hollywood.

23
CONDIVISIONI

Chiamami col tuo nome di Luca Guadagnino trionfa ai Gotham Awards, vincendo il premio come miglior film e quello per l’attore rivelazione, il giovane Timothée Chalamet.

Assegnati nella sera di lunedì 27 in una cerimonia newyorkese al Cipriani Wall Street, i Gotham Awards dal 1991 celebrano il meglio del cinema indipendente americano, e aprono la lunga marcia di avvicinamento agli Oscar, in una stagione come sempre affollatissima di premi, che si concluderà solo nella notte delle statuette dell’Academy, il prossimo 4 marzo 2018. E se si pensa che i migliori film dei Gotham Awards del 2014 (Birdman), 2015 (Il caso Spotlight) e 2016 (Moonlight) hanno vinto anche l’Oscar, si capisce quanto questo riconoscimento possa costituire un indizio significativo per capire i favoriti per la corsa alle statuette.

Chiamami col tuo nome (uscito negli Stati Uniti con il titolo Call me by your name), si era già segnalato recentemente per un altro significativo exploit, ottenendo, all’uscita nei cinema statunitensi, una media di incasso per sala altissima, ben 101mila dollari, per complessivi 400mila dollari. E solo pochi giorni fa, il film di Luca Guadagnino aveva anche ottenuto 6 nomination agli Spirit Awards.

Così adesso ci si trova nella paradossale situazione che l’Oscar per il miglior film, e comunque alcune tra le statuette più importanti potrebbero andare a un film che racconta una storia italianissima – l’amore tra due giovani uomini (l’altro è interpretato da Armie Hammer) in una lunga estate nella provincia di Cremona degli anni Ottanta – diretta da un regista italiano che da noi, inspiegabilmente, non ha mai trovato il plauso del pubblico e soprattutto della critica, che l’ha sempre snobbato – e infatti in Italia il film uscirà soltanto a febbraio.

I risultati dei Gotham Awards consegnano altre indicazioni importanti nell’ottica della stagione dei premi. Accanto a Chiamami col tuo nome l’altro nome che emerge prepotente, non è una sorpresa, è il raffinato horror sul razzismo Get Out di Jordan Peele, che si aggiudica tre riconoscimenti, regista rivelazione, sceneggiatura e premio del pubblico.

I premi come migliori attori vanno invece a James Franco, protagonista e regista di The Disaster Artist – film sul cinema che ricostruisce la lavorazione di The Room di Tommy Wiseau, un’opera che si è guadagnata la fama di peggior film della storia del cinema – e a Saoirse Ronan, protagonista di Lady Bird, esordio alla regia della musa del cinema indipendente americano, l’attrice Greta Gerwig – il film ha ottenuto la più alta media voto di sempre su Rotten Tomatoes, un clamoroso 100% di gradimento su ben 170 recensioni.

Questi quattro titoli potrebbero recitare un ruolo molto importante agli Oscar. Non va dimenticato che per Hollywood questa è un’annata tragica. Se l’anno scorso, alzando il vessillo della protesta anti-Trump, aveva potuto mostrare il suo smagliante volto liberal, stavolta la fabbrica dei sogni, funestata dagli scandali sessuali innescati dal caso Weinstein (che hanno travolto anche tv e politica, vedi il caso Al Franken), vive una enorme crisi di credibilità. In questo senso, la vittoria di un pugno di film indipendenti, opere che parlano con intelligenza di temi sensibili come razzismo, omosessualità, crescita, potrebbe costituire un buon viatico per ristabilire l’immagine dell’industria del cinema americano.

Questa la lista di tutti i premi dei Gotham Awards 2017:

Miglior film
Chiamami col tuo nome, di Luca Guadagnino

Migliore attore
James Franco in The Disaster Artist, di James Franco

Migliore attrice
Saoirse Ronan in Lady Bird, di Greta Gerwig

Miglior documentario
Strong Island, di Yance Ford

Miglior performance collettiva dell’intero cast
Mudbound, di Dee Rees

Attore rivelazione
Timothée Chalamet, in Chiamami col tuo nome

Regista rivelazione
Jordan Peele per Get Out

Miglior sceneggiatura
Get Out, di Jordan Peele

Premio del pubblico
Get Out

Serie tv rivelazione – Long form
Atlanta, di Donald Glover

Serie tv rivelazione – Short form
The Strange Eyes of Dr. Myes, di Nancy Andrews

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.