Le scuse di Tom Hiddleston per il controverso discorso ai Golden Globes 2017: “Ero molto nervoso”

Dopo quel controverso discorso di ringraziamento ai Golden Globes 2017, Tom Hiddleston si è scusato pubblicamente tramite un messaggio pubblicato sul suo profilo Facebook.

84
CONDIVISIONI

Quel suo discorso così ambiguo ai Golden Globes 2017 aveva sollevato un paio di polemiche e Tom Hiddleston, da vero inglese, si è scusato per le parole che ha usato mentre ringraziava per il premio appena ricevuto. L’attore, che ha vinto come Miglior attore in una miniserie per The Night Manager, era salito sul palco iniziando a raccontare del suo viaggio nel Sudan del Sud. Lì, Tom aveva incontrato un team di dottori che lo avevano ringraziato per averli intrattenuti mentre cercavano di portare conforto in un’area di crisi.

Tom Hiddleston ha fatto notare di essere rimasto molto colpito dall’idea che “lui e i suoi colleghi attori potessero portare un po’ di sostegno e supporto a queste persone”. Peccato che le sue buone intenzioni siano state scambiate per un egoistico discorso di auto-congratulazioni. L’attore di The Night Manager non si era accorto del criticismo nato intorno alle sue parole finché un giornalista del TMZ non l’ha raggiunto facendoglielo notare.

“Ho solo detto che tutti noi dovremmo fare il possibile per poterci aiutare”, ha replicato sbalordito Tom Hiddleston. Qualche ora più tardi, dopo aver apparentemente riflettuto su quanto accaduto, l’attore inglese ha scritto un post su Facebook, scusandosi pubblicamente per il suo discorso ai Golden Globes 2017.

“Volevo solo dire che capisco perfettamente quanto il mio discorso l’altra sera sia stato fuori luogo e inespressivo. La verità è che ero molto nervoso e le parole mi sono uscite nel peggiore dei modi”, ha commentato Tom Hiddleston, spiegando che stava parlando della situazione che aveva trovato quando andò nel Sudan del Sud: “Sinceramente la mia intenzione era quella di rendere onore all’incredibile coraggio di questi uomini e di queste donne che lavorano senza stancarsi per UNICEF UK, Doctors Without Borders/ Médecins Sans Frontières (MSF), e World Food Programme, e inoltre i bambini del Sud Sudan, che continuano a trovare la gioia e la speranza anche nelle situazioni più difficili,” ha concluso.

I just wanted to say… I completely agree that my speech at the Golden Globes last night was inelegantly expressed. In…

Pubblicato da Tom Hiddleston su Lunedì 9 gennaio 2017

Tom Hiddleston ha parlato del suo viaggio nel Sudan del Sud (avvenuto nel 2015) tramite un saggio postato su The Independent. L’esperienza lo aveva profondamente colpito e nel suo articolo scrisse dell’emozione che aveva provato nel vedere questi bambini sempre esposti a rischi mortali, in un conflitto che permane in Sudan da anni. L’attore ha chiuso il suo messaggio su Facebook scusandosi umanamente per le sue parole: “A volte i miei nervi hanno la meglio su di me”. Alla luce di ciò, erano necessarie le sue scuse oppure bastava comprendere meglio il messaggio che voleva trasmettere?

Commenti (1):
mirosa parente

Mi dispiace per T.H., credo davvero che il suo discorso possa essere stato interpretato come un’autocelebrazione e questo (dall’idea che mi sono fatta di lui come persona) è davvero in contrasto con il suo essere sempre molto british-style: discreto ed elegante. Purtroppo credo che si porterà dietro per molto tempo la sensazione di essere stato inadeguato in un’occasione per lui unica e gratificante.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.