La musica libera del Roxy Bar con Dolcenera e FIAT Music dà speranza agli artisti della nuova era (video)

Finaz, Musica Nuda, i talenti di FIAT Music e i giovani Elya Zambolin, Joe Croci ed Edith Brinca hanno completato l'opera di una puntata nella quale ha regnato la musica senza etichette.

120
CONDIVISIONI

Cantautrice, musicista e ora anche presentatrice: il talento di Dolcenera stupisce ancora il Roxy Bar. Emanuela Trane, in arte Dolcenera, non ha bisogno di presentazioni, tanto da irrompere all’interno dello studio completamente sola e presentare lei stessa il padrone di casa Red Ronnie. E così, tra il serio e il faceto, i due amici hanno portato a casa una puntata ricca di musica, emozioni e divertimento, così come promesso alla vigilia.

E per ogni Dolcenera che incanta il pubblico del Centergross con piano e voce, c’è un Nicola Nocella che interpreta prosaicamente i brani di “Manu”, nel segno di un’amicizia che dura da oltre 10 anni.  Sommersa di GIF a tema, molte delle quali costruite sulle sue espressioni stupite, emblematiche e talvolta divertite, il talento istrionico di Dolcenera si divide tra il palco e il divano del Roxy Bar, per arrivare al suo apice in Ci Vediamo A Casa, Ora O Mai Più (Le Cosa Cambiano) e Niente al mondo, nei quali l’artista si spoglia di tutti gli inutili orpelli per regalarci una resa strumentale di tre dei suoi brani più celebri. È ancora grazie a Golia che il Roxy Bar ci permette di respirare il senso della musica libera, quella musica espressa da Musica Nuda e Finaz della Bandabardò, protagonista dell’omaggio finale a Jimi Hendrix con Fausto Mesolella e Dolcenera.

Dolcenera canta, suona e si diverte fino all’invasione di campo sul palco occupato dagli Skiantos e da Omar Pedrini, che la coinvolgono in una nuova ed esilarante versione di Mi piacciono le sbarbine. Tra un brano e l’altro, c’è anche il tempo per ascoltare i finalisti di FIAT Music e dare degli utili consigli su testi e musica. È una Dolcenera come non l’abbiamo mai vista, quella presente al Roxy Bar, finalmente libera di parlare di musica nei termini che le sono più congeniali: “Lì non potevo farlo (riferendosi a The Voice of Italy), perché non era l’ambiente adatto per parlare di armonia di un brano”.

8° puntata del RoxyBar. Buona Visione!!8° puntata di RoxyBar!!
Saranno con noi: Dolcenera, Omar Pedrini, Musica Nuda, Skiantos, Fausto Mesolella, Edith Brinca, Joe Croci, Finaz (Bandabardo’), Nicola Nocella.
E la prima tappa di semifinali di #FIATMusic: Toto Toralbo & i MiniMali, BetterPlace, Le Rivoltelle, Vergo, Fede ‘n’ Marlen, Gheri.
Buona visione!!

Pubblicato da Red Ronnie su Domenica 27 novembre 2016

Tra i musicisti che Dolcenera definisce di “altissimo livello”, sono i Better Place e Fede’n’Marlen ad aggiudicarsi un posto nella finalissima del 18 dicembre, nella quale sono attesi altri 4 gruppi. 5 tappe e oltre 60 artisti della nuova era ascoltati lungo tutta la penisola: questi i numeri di FIAT Music, partito il 20 ottobre da Bologna. Il contest, ideato da Red Ronnie con la collaborazione di Gianluca Italia, Cristiano Fiorio e il supporto di Alfredo Altavilla, ha riscosso un successo inaspettato e si prepara all’atto conclusivo con la sfida finale che mette in palio un FIAT Talento in comodato d’uso per un anno completo di tutti gli strumenti musicali.

8° puntata del roxybar!Parte finale 8° puntata di RoxyBar!!
con Dolcenera, Musica Nuda, Fausto Mesolella, Finaz (Bandabardo’)

Pubblicato da Red Ronnie su Domenica 27 novembre 2016

Nella puntata di Roxy Bar dedicata agli artisti della nuova era, Dolcenera ha voluto portare la testimonianza di Edith Brinca, Elya Zambolin e Joe Croci, tre dei concorrenti della passata edizione di The Voice of Italy alla quale l’artista pugliese ha partecipato come coach. Il tiro musicale di Joe Croci, già talentuoso chitarrista a soli 17 anni, si è alternato al cantautorato espresso da Elya Zambolin in duetto con Edith Brinca, che hanno interpretato Dottore, un brano che Zambolin presentò già prima della partecipazione al talent.

E dal 28 novembre, gli artisti emergenti avranno una nuova possibilità di esprimere il loro talento attraverso Optima Red Alert. Il format ideato da Optima e OM metterà a disposizione l’esperienza di Red Ronnie in una serata in cui tutto sarà affidato a un algoritmo che selezionerà i brani da ascoltare secondo un criterio randomico: con Red Alert Button e un pizzico di fortuna, gli oltre 150 musicisti che già hanno aderito al progetto potranno sperare di arrivare all’orecchio esperto di Red Ronnie e ricevere utili consigli e un po’ di visibilità.

 

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.