Ritirati dalla vendita i primi Nexus 6: bug software anche per l’Italia?

Nexus 6 difettoso. Colpevole è Motorola che si scusa e intanto ritira i device, l'Italia coinvolta?

6
CONDIVISIONI

Le vendite del Nexus 6 nella bufera per alcuni sopraggiunti problemi di natura software. I primi lotti del googlefonino messi in vendita sarebbero talmente difettosi da aver reso necessario il loro ritiro immediato. La vicenda, al momento, è limitata geograficamente agli Stati Uniti ma ci sono rischi che il problema giunga anche in Europa e dunque in Italia?

Ricostruiamo la vicenda: ad aver bloccato le vendite del Nexus 6 l’operatore mobile nordamericano AT&T. Attraverso una nota ufficiale pubblicata a seguito di numerose lamentele degli utenti, si è reso noto che un bug software sarebbe il responsabile del non corretto avvio del device. Il problema riguarderebbe solo i primi lotti ma per precauzione il vettore avrebbe deciso di non rischiare, chiamando a se tutti i suoi device  serigrafati.

L’errore da dove arriva? Certamente il bug software è imputabile al produttore Motorola che ha ammesso le sue colpe parlando di codice incorretto e  fornendo le sue scuse ai clienti interessati. I device con problemi saranno sostituiti una volta portati nei punti vendita. Una domanda però è d’obbligo: vista la responsabilità, a monte, di Motorola e non dell’operatore AT&T, è possibile che lo stesso errore riguardi altri vettori e addirittura la versione non brandizzata e dunque quella in vendita sul Play Store?

Vista la vendita diretta del Nexus 6 in Italia solo ed esclusivamente attraverso il Play Store (per il momento Vodafone e compagni ne sono chiamati fuori), il rischio è davvero minimo se non nullo. Ad ogni modo, pure se alcuni esemplari fino a questo momento, potevano essere affetti dall’errore, una volta appurata la causa, di certo a Mountain View si effettueranno nuovi controlli sui device acquistati nell’ultima settimana e in Italia in via di prima spedizione.

Insomma, acquistate pure il vostro Nexus 6 in piena sicurezza dal Play Store italiano a patto di trovarlo, tuttavia, visto che al momento di questa pubblicazione, il googlefonino risulta esaurito o non disponibile in tutte le taglie e i colori. In ogni caso, la mancata vendita in abbonamento con operatore, questa volta, ha giocato a nostro favore, non trovate?

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.