Ricominciare Ancora è il nuovo singolo di Arisa, un manifesto di rinascita: “Ricomincio da me e dalla mia musica”

"Ricominciare Ancora per tutti; ricomincio da me, dalla mia musica e dalle persone che mi seguono" racconta Arisa a proposito del nuovo singolo disponibile da oggi

7
CONDIVISIONI

Si intitola Ricominciare Ancora il nuovo singolo di Arisa ed è un monito a se stessa. L’artista torna in radio per proporre un nuovo pezzo inedito nell’estate 2020. Dopo il Coronavirus, l’ottimismo di Arisa va in direzione della sua musica e dei suoi fan: vuole ricominciare, ricominciare da se stessa.

Una delle voci più belle e raffinate del panorama musicale italiano torna in radio con il suo nuovo singolo. Dal 27 luglio è disponibile in rotazione radiofonica e in digital download il brano che segna l’inizio di un nuovo percorso artistico e personale di Arisa.

Il brano è stato prodotto da Fabio Gargiulo e porta la firma di Federica Abbate e Claudia Franchini.

Ricominciare Ancora lo considero un manifesto di rinascita, una carezza, una spinta verso una dimensione più consapevole che ci descrive protagonisti del nostro tempo e artefici del nostro destino”, racconta Arisa a proposito del brano.

Ricominciare Ancora per tutti; ricomincio da me, dalla mia musica e dalle persone che mi seguono; è un brano che arriva dritto al cuore ed esprime una grande positività, ma suscita anche degli spunti di riflessione”, conclude.

L’invito, a se stessa e al pubblico che la segue, è quello di ricominciare e di non darsi mai per vinti. Arisa lo fa in musica col nuovo singolo, disponibile da oggi, e tornerà live per una serie di concerti estivi.

La prima data si è tenuta il 22 luglio a La Versiliana – Marina di Pietrasanta (LU), il 29 luglio sarà alla Casa del Jazz di Roma e l’11 agosto sarà in concerto a Tagliacozzo (AQ) per il Tagliacozzo Festival.

Ricominciare Ancora – testo

Troppe luci 
poche stelle 
In un cielo di domande 
La sfortuna 
l’ostinazione 
di avere un cuore grande 
Siamo marinai 
Siamo degli eroi 
Siamo dei satelliti 

Di un pianeta dimenticato 
Siamo storie incredibili 
dei bambini dalla strada 
gridano che è primavera 
tu che nonostante tutto 
hai voglia 
di ricominciare ancora 

E saremo noi il miracolo 
che nessuno si aspettava 
goccia dopo goccia oceano 
Una lacrima che cura 
Ricorderai 
questo momento 
non siamo stati mai così vivi 
e saremo noi il miracolo 
Che nessuno si aspettava 
Ti ricordi quei palazzi 
Quando eravamo piccoli? 
Ci sembravano dei mostri

La paura fa così 
Nei tuoi occhi meraviglia 
come fosse il primo amore 
tu che nonostante tutto 
hai voglia 
di ricominciare ancora 

E saremo noi il miracolo 
che nessuno si aspettava 
goccia dopo goccia oceano 
Una lacrima che cura 
Ricorderai 
questo momento 
non siamo stati mai così vivi 
e saremo noi il miracolo 
Che nessuno si aspettava 

Noi non ci stanchiamo mai 
di fallire ancora 
per fallire meglio e poi 

Ricominciare ancora 

E saremo noi il miracolo 
che nessuno si aspettava 
goccia dopo goccia oceano 
Una lacrima che cura 
Ricorderai 
questo momento 
non siamo stati mai così vivi 
e saremo noi il miracolo 
Che nessuno si aspettava

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.