Le nuove AirPods 3 come AirPods Pro: le novità Apple al 7 luglio

Una rivoluzione interna ed esterna per i nuovi auricolari targati Apple?

5
CONDIVISIONI

C’è grande attesa per l’annuncio ufficiale delle AirPods 3, cuffie di terza generazione di casa Apple. Annuncio che non dovrebbe farsi attendere troppo, e che nel frattempo ha riscaldato l’hype di fan e curiosi con inevitabili rumor e presunti leak, comparsi a più riprese sul web nelle ultime settimane. Anche oggi, 7 luglio 2020, non fa eccezione: il noto analista di settore Ming-Chi Kuo è infatti tornato alla carica, snocciolando nuove informazioni sugli auricolari made in Cupertino.

A sentire l’insider, con le AirPods 3 Apple avrebbe intenzione di unificare il design del prodotto, andando a presentare un accessorio molto simile per design alle già esistenti – e ampiamente apprezzate – AirPods Pro. Questo significa che l’aspetto potrebbe ricalcare quello in ear e avere pure dimensioni più compatte rispetto alla seconda generazione di AirPods, con tanto di stanghetta adibita ai controlli touch meno evidente e ingombrante. Non è tutto, perché sempre secondo l’esperto – e come si può leggere sulle pagine del portale AppleInsider -, non si tratterà solo di una “rivoluzione” prettamente estetica, ma pure tecnologica.

A quanto pare, al loro interno le AirPods 3 monteranno la tecnologia di chip SiP (system-in-package), come sperimentato giù su AirPods Pro. Tecnologia che rispetto alla SMT (surface mount technology) permette di ottimizzare maggiormente gli spazi, integrando un maggior numero di componenti in dimensioni ridotte. Il tutto con chip proprietario H1, che potrebbe di conseguenza approdare anche per la terza generazione del modello “base”, in uscita prevedibilmente durante i primi mesi del 2021. Non è comunque chiaro se i nuovi auricolari andranno a vantare altre caratteristiche esclusive della versione Pro, permettendo poi alla compagnia della “mela morsicata” di andare a sedurre i clienti con una seconda edizione del modello più avanzato, con ulteriori vantaggi.

A chiudere il report di Ming-Chi Kuo c’è poi la notizia che nel 2021 è a quanto pare previsto un rallentamento delle spedizioni di AirPods, con una crescita su base annua del 28%. In ogni caso, l’attesa è già incandescente, soprattutto perché si vocifera che Apple abbia intenzione di eliminare le tradizionali EarPods dalla confezione dei suoi prossimi iPhone 12.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.