Cast e personaggi di Stateless, su Netflix dall’8 luglio la miniserie da un’idea di Cate Blanchett

La miniserie con Cate Blanchett e Yvonne Strahovski è incentrata sulle vicende di quattro rifugiati, ciascuno alle prese con le storture di un sistema migratorio miope e cervellotico

3
CONDIVISIONI
[Ben King/Netflix]

L’attesa per l’arrivo di Stateless – su Netflix da mercoledì 8 luglio – termina dopo mesi di suggestioni giunte dall’Australia, in cui la miniserie è andata in onda dopo l’anteprima al Festival di Berlino. Ideata da Cate Blanchett, Tony Ayres ed Elise McCredie, Stateless è ispirata alla storia vera della cittadina australiana Cornelia Rau ed è incentrata sulle vicende di quattro rifugiati, ciascuno alle prese con le storture di un sistema migratorio miope e cervellotico. I protagonisti sono infatti rinchiusi in un centro di detenzione per migranti, in cui vedono il proprio destino svelarsi fra le assurde contraddizioni di incomprensibili meccanismi burocratici.

Le vicende osservate in Stateless su Netflix riguardano un’hostess in fuga da un culto, un cittadino afgano sfuggito alle persecuzioni insieme alla famiglia, un giovane padre australiano deciso a lasciarsi alle spalle un lavoro senza prospettive e un burocrate coinvolto in uno scandalo nazionale. I quattro sono legati uno all’altro nonostante ciascuno di essi abbia affrontato sfide del tutto personali e viva in modo diverso le insanabili contraddizioni dei controlli di frontiera.

Carol
  • Blanchett,Mara,Chandler,Lacy (Actor)
  • Audience Rating: G (audience generale)

Già alla presentazione della serie al Festival di Berlino i co-creatori hanno sottolineato che Stateless non è il riflesso di una presa di posizione a favore di una sola parte in causa. Al contrario, siamo partiti con una certa idea e un’unica narrativa, ha spiegato Elise McCredie, ma man mano che proseguivamo nelle ricerche ci siamo resi conto che la cosa più interessante era la pluralità di prospettive sul tema.

Più scavavamo, più pensavamo, ad esempio, “Immagina di essere una guardia [in un centro di detenzione]”. E così scoprivamo che spesso erano persone di umili origini, molto giovani, che non avevano mai visitato alcun luogo al di fuori dell’Australia e quindi non avevano mai interagito con persone di culture diverse. E ci è sembrato che si trattasse di una prospettiva interessante.

Per Cate Blanchett è stato altrettanto importante precisare che in Stateless su Netflix si intende riflettere su una materia ricca di sfumature, che incide in modo profondo e diverso sulle vite di ciascuna delle parti in causa, e non solo nel contesto del sistema migratorio australiano. I dilemmi che [Statless] esplora attraverso i suoi quattro personaggi possono riecheggiare a livello globale: c’è il desiderio di libertà personale, la necessità di stabilità sociale, una crescente sfiducia nei confronti dell’iter politico e l’impatto profondamente destabilizzante che quest’ultimo ha sulle vite delle persone, ha spiegato.

Nel cast di Stateless su Netflix figurano Yvonne Strahovski (Sofie Werner), Asher Keddie (Claire Kowitz), Fayssal Bazzi (Ameer), Marta Dusseldorp (Margot), Dominic West (Gordon), Cate Blanchett (Pat), Jai Courtney (Cam Sandford), Soraya Heidari (Mina), Rachel House (Harriet), Kate Box (Janice), Clarence Ryan (Sully), Claude Jabbour (Farid), Rose Riley (Sharee), Helana Sawires (Rosna), Darren Gilshenan (Brian Ashwort).

Ecco il trailer di Stateless, disponibile su Netflix dall’8 luglio:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.