Svelata la data del concerto di De Gregori e Venditti allo Stadio Olimpico di Roma nel 2021

Il concerto di Venditti e De Gregori allo Stadio Olimpico è riprogrammato e si terrà il 17 luglio 2021

La data del concerto di De Gregori e Venditti allo Stadio Olimpico di Roma è finalmente ufficiale. Dopo l’annuncio del rinvio, reso obbligatorio dal perdurare dell’emergenza sanitaria, i due cantautori romani sono ora in grado di fornire una data nella quale si esibiranno per il live congiunto nella Capitale.

L’incontro delle due voci romane allo Stadio Olimpico è fissato per il 17 luglio 2021, con i biglietti che sono tornati in prevendita su TicketOne e in tutti i canali abilitati alla vendita. I biglietti già acquistati rimangono validi per la nuova data, ma è previsto anche il rimborso che avverrà tramite voucher spendibile per 18 mesi su tutta la piattaforma.

Il concerto di Venditti e De Gregori avrebbe dovuto tenersi a Roma il 5 settembre, in un evento unico che avrebbe riunito i due cantautori romani a 50 anni dalla loro ultima collaborazione. De Gregori è stato ospite del concerto all’Arena di Verona di Antonello Venditti, quello che ha tenuto in occasione del quarantennale di Sotto Il Segno dei Pesci. A sua volta, Venditti ha partecipato a una delle date del tour stanziale che De Gregori ha tenuto al Teatro Garbatella nel 2019.

La collaborazione tra i due artisti romani inizia decenni fa e dopo un viaggio in Ungheria. Arrivano le prime canzoni insieme, fino ad arrivare al debutto con Theorius Campus nel quale compare Roma Capoccia di Antonello Venditti e Signora Aquilone, che è composta da Francesco De Gregori. A 50 anni dal debutto, il concerto allo Stadio Olimpico di Roma riunirà le due voci romane, che negli anni hanno preso strade differenti diventato due colonne della musica italiana.

Organizzare il concerto di Francesco De Gregori e Antonello Venditti allo Stadio Olimpico di Roma, con le attuali restrizioni per il Coronavirus, sarebbe stato impensabile. Come tutti i concerti previsti per l’estate 2021, anche quello dei due artisti romani ha dovuto subire uno slittamento per garantire sicurezza ai lavoratori, al pubblico e agli artisti.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.