Possibile data della verità per ripresa del calcetto e riaperture post Coronavirus

Alcune indiscrezioni da esaminare con attenzione, in vista di una svolta in programma nei prossimi giorni

1
CONDIVISIONI
Ripresa del calcetto

Un vero e proprio giallo quello relativo ad un argomento delicato e caldo per tanti italiani, in riferimento alla ripresa del calcetto. A quanto pare, infatti, ci sono tutti i presupposti per le riaperture dei centri sportivi, a breve con la possibilità di far svolgere anche partite di calcio amatoriale. Le indiscrezioni sono tante anche oggi 10 giugno, motivo per il quale voglio condividere con voi il punto della situazione in attesa di notizie ufficiali dal governo.

Tutte le ultime novità su riaperture e ripresa del calcetto

Tra le diverse voci che ci sono in questi giorni, alcune parlano di grande autonomia per le singole regioni. Non è un caso che in Abruzzo stiano stendendo un piano decisamente singolare per la ripresa del calcetto, a partire dal fatto che non ci potrà essere marcatura a uomo. Eliminate anche le scivolate, mentre i portieri saranno obbligati ad utilizzare guanti, con la loro sanificazione che dovrà avvenire rigorosamente prima e dopo ogni partita.

Per quanto riguarda le date decisive su questa vicenda, secondo Attualissimo alcuni addetti ai lavori ritengono che tra venerdì e sabato possa essere ufficializzato il nuovo decreto che, tra le altre cose, avrà anche il compito di dettare le linee guida per la ripresa del calcetto. Insomma, tra pochi giorni dovremmo conoscere la verità sulle tanto invocate riaperture dei centri.

Resta dunque da capire quando ci sarà l’effettiva ripresa del calcetto, perché come vi abbiamo riportato pochi giorni fa, se in un primo momento si dava per scontata la data del 15 giugno, le ultime dichiarazioni del Ministro Spadafora ci orientano maggiormente verso il 22 giugno. Sperando ovviamente che nel frattempo non giungano ulteriori imprevisti che metterebbero in ginocchio le singole attività. Diverso, e più complesso, il discorso inerente il protocollo che dovrà essere seguito, come avrete notato con la parentesi dedicata al caso Abruzzo.

Segui gli aggiornamenti della sezione Trending News sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.