Nuovi dettagli sul Samsung Galaxy Note 20 Plus dalla certificazione 3C

Ulteriori tasselli compongono il quadro conoscitivo del Samsung Galaxy Note 20 Plus

Si parla tanto in questi giorni dei Samsung Galaxy Note 20, e più in particolare del modello Plus, che è anche la variante che dovrebbe apportare novità più significative rispetto alla precedente generazione. Come riportato da ‘myfixguide.com‘, i phablet dell’annata 2020 avrebbero ricevuto la certificazione 3C, svelando altri importanti dettagli sul loro conto.

Il documento rivela il product-code, che corrisponde al numero ‘SM-N9860‘, il fatto che i Samsung Galaxy Note 20 saranno chiaramente votati al 5G ed avranno il supporto alla ricarica rapida a 25W. Il processo di ricarica del telefono sarebbe stato testato attraverso un alimentatore ufficiale (EP-TA800) in grado di supportare la Power Delivery attraverso la porta USB. Il resto lo sapevamo già, ma vi poniamo comunque tutto a raccolta a seguire: schermo Super AMOLED Infinity-O da 6.9 pollici con tecnologia LTPO e risoluzione QHD+ (refresh rate a 120Hz, per una resa che migliore, almeno finora, non si può), processore Exynos 992, Android 10 con One UI 2.1 per la gestione della parte software (un’accoppiata che si è dimostrata vincente nel tempo).

I Samsung Galaxy Note 20 dovrebbero essere presentati ad agosto per poi essere commercializzati a settembre, questo al netto dell’emergenza sanitaria da Coronavirus proclamata pandemia mondiale ormai da più di due mesi. La situazione sta ridimensionandosi, ma non è dato abbassare la guardia per alcuna ragione visto che tutto potrebbe cambiare da un momento all’altro, ed anche gli OEM vedersi costretti a modificare le proprie strategie commerciali in corso d’opera (speriamo proprio non sia questo il caso, naturalmente innanzitutto per la salute della popolazione globale). Manca ancora qualche mese all’evento di lancio, comunque previsto da parte del colosso di Seul. Rispetto alle indiscrezioni fin qui trapelate pensate che i Samsung Galaxy Note 20 possano fare al vostro caso? Fatecelo sapere lasciando un commento all’articolo attraverso il box qui sotto.

Segui gli aggiornamenti della sezione Samsung Galaxy S9 sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.