Ufficiale POCO F2 Pro: specifice complete e prezzi di vendita

Presentato il POCO F2 Pro: prezzi a partire da 499 euro, Snapdragon 865 e tutto al posto giusto

18
CONDIVISIONI

L’atteso POCO F2 Pro è stato presentato, sfoderando una scheda tecnica niente male, a partire dal processore Snapdragon 865 e dallo schermo AMOLED da 6.67 pollici con risoluzione FHD+ (2400 x 1080 pixel). Il dispositivo include 6 o 8GB di RAM (LPPRD4X), oltre che 128 o 256GB di memoria interna UFS 3.1. La fotocamera posteriore di POCO F2 Pro è quadrupla, con un sensore principale Sony IMX686 da 64MP, un ultra-grandangolare da 13MP (angolo di visione di 123°), un sensore macro da 5MP ed uno di profondità di campo da 2MP. Il telefono è ancora di effettuare videoregistrazioni 8K a 24fps, o 4K a 60fps (4K 30fps time lapse). La fotocamera frontale, invece, include un sensore singolo da 20MP ed il supporto allo slow motion a 120fps.

Il POCO F2 Pro include le connettività dual SIM dual standby, LTE, 5G sub 6G NSA, WiFi 6, NFC, IrDA e Bluetooth 5.1. Sono presenti a bordo il jack per le cuffie da 3.5mm, la certificazione audio Hi-RES, il lettore di impronte digitali integrato nello schermo, un triplo sensore di luminosità ed una batteria da 4700mAh con supporto alla ricarica rapida a 30W (alimentatore da 33W in dotazione nella confezione). Le dimensioni generali di POCO F2 Pro sono pari a 163,3×75,4×8,9 mm (peso di 218 gr.). Le opzioni di colore disponibili sono Neon Blue, Electric Purple (antiriflesso), Cyber Grey (antiriflesso) e Phantom White.

Il sistema operativo è Android 10 con MIUI 11. Non correrete il rischio di un surriscaldamento col POCO F2 Pro grazie al sistema LiquidCool Technology 2.0 integrato (camera di vapore e strati di grafite e grafene per dissipare il calore). Il POCO F2 Pro potrà essere acquistato al prezzo di 499 e 599 euro, rispettivamente nelle configurazioni 6/128GB e 8/256GB. Nonostante l’OEM non abbia confermato, è più che probabile il terminale arrivi anche nel nostro mercato.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.