A che ora l’asteroide “sfiora” la terra il 29 aprile, diretta video Virtual Telescope

Tutti i dettagli del fenomeno e le modalità per non perderselo nelle prossime ore

191
CONDIVISIONI

Tutti a guardare il cielo nelle prossime ore ma a che ora l’asteroide “sfiora” la terra proprio oggi 29 aprile? Andrebbe chiarito, prima di tutto, che l’incontro ravvicinato del corpo celeste con il nostro pianeta non sarà affatto pericoloso e saranno rispettate delle distanze considerevoli, anche se al di sotto dei valori osservati nel recente passato. La diretta video dell’evento è garantita attraverso il sito di settore Virtual Telescope, con la guida di esperti coadiuvati dall’italiano Gianluca Masi.

Qualche coordinata necessaria per capire la portata dell’asteroide del 29 aprile. Il suo nome è 1998 Or2. Il suo diametro è stimato come incluso tra gli 1,8 e gli 4,1 chilometri. La sua velocità è pari a 8,7 km/s (pari a 31.320 km/h). Quanto si avvicinerà proprio all’asteroide alla terra? Abbastanza ma la distanza sarà comunque notevole per non incorrere in nessun pericolo: questa sarà pari a 6 milioni di chilometri, in pratica 16 volte la distanza media che ci separa dalla Luna.

A che ora l’asteroide sfiora la terra proprio oggi 29 aprile? La minor distanza assoluta sarà registrata alle 11:59 di questa mattina ma è chiaro come in tutte queste ore si potrà beneficiare di una visione “in prima fila” del corpo celeste.

Sarà possibile dunque vedere l’asteroide a occhio nudo, con il calare delle tenebre in serata? La visione senza strumentazione adatta e anche professionale non sarà possibile. Niente paura, perchè la diretta dello speciale fenomeno sarà garantita sul sito Virtual Telescope grazie al progetto coordinato dall’italiano Gianluca Masi.

A che ora lo streaming del passaggio sarà visibile anche in questa pagina? A partire dalle 20:30. In realtà un primo live era previsto anche nella serata di ieri ma poi è stato annullato per la presenza di nubi che hanno impedito l’osservazione. Speriamo solo che fra poche ore le condizioni meteorologiche siano più clementi, garantendo la migliore visione possibile dello speciale e anche raro fenomeno.

Segui gli aggiornamenti della sezione Trending News sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.