Facebook sfida Twitch, il futuro dei videogiochi secondo Zuckerberg

Il social network pronto a scendere in campo anche nell'ambito dello streaming legato ai videogames: gli avversari sono avvisati

1
CONDIVISIONI

Che Facebook sia un’istituzione nell’ambito social è un dato di fatto. Ma questo sembra non bastargli mai, come dimostrano le evoluzioni che ha mostrato nel corso degli anni. Perché col passare del tempo, la piattaforma di Mark Zuckerberg è anche divenuta il centro nevralgico dell’informazione. È proprio attraverso le sue pagine, grazie al rimbalzo social, che molte persone apprendono notizie. E a loro volta poi danno via al tam tam mediatico.

E Facebook prende sul serio ognuno dei ruoli di cui è stato investito. La dimostrazione arriva dall’importante lavoro svolto proprio in quest’ultimo periodo per contrastare la diffusione delle fake news.

Sembra però che il social network per eccellenza sia pronto a una nuova evoluzione nella sua intensa carriera. Un’evoluzione che lo porterà a confrontarsi con dei veri e propri giganti nella materia trattata: i videogiochi.

Facebook Gaming, l’assalto a Youtube e Twitch è imminente

Quando si parla di streaming legato ai videogames, immancabilmente la mente viaggia in due precise direzioni, Twitch e Youtube. Sono state queste, finora, le piattaforme di riferimento per coloro che avessero avuto intenzione di condividere i propri contenuti con la community. Una situazione che ha già cominciato a cambiare negli ultimi mesi, con Microsoft che ha lanciato il suo Mixer.

La scena è però pronta ad affollarsi ulteriormente, e a dare spallate, questa volta, è nientemeno che Mark Zuckerberg. Forte dei suoi oltre 2,5 miliardi di utenti (quelli registrati alla piattaforma), potrebbe non avere difficoltà a far breccia nei cuori degli appassionati con Facebook Gaming. La piattaforma permetterà tanto di seguire i propri streamer preferiti quanto di dar vita a partite rapide con gli instant games. O ancora prender parte a partite di gruppo. Insomma, una nuova concezione che potrebbe rappresentare un bel pericolo per l’egemonia targata Twitch e Youtube.

Certo, grande differenza tra il successo e l’insuccesso potranno farlo i nomi che sceglieranno di abbracciare la causa di Zuckerberg. Saranno i grandi streamer, con il loro folto seguito, a fungere da ago della bilancia del destino di Facebook Gaming.

Il tutto era previsto, nei piani della società, per il mese di giugno. Poi il Covid-19 ha sballato ogni piano e ha portato a un’accelerazione sostanziale di tutta la rifinitura. Al lancio, previsto a brevissimo, il tutto sarà disponibile per Android, con la versione iOS che è in fase di sviluppo.

Fonte

Segui gli aggiornamenti della sezione Games sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.