Dolcenera e Laioung raccontano “Wannabe” e “Dov’è la Vittoria”

L’intenzione di collaborare l’avevano ormai da un paio di anni e si è concretizzata in questo periodo di clausura da Coronavirus

238
CONDIVISIONI

Dolcenera e Laioung hanno pubblicato il brano “Wannabe” su cui hanno girato un video molto “potente”. Anche il brano lo è.

L’intenzione di collaborare l’avevano ormai da un paio di anni e si è concretizzata in questo periodo di clausura.

Nel frattempo, Laioung aveva declinato la sfida per un challenge di freestyle, lanciato da esponenti rap e trap, e ha preferito fare un vero e proprio pezzo “Dov’è la Vittoria”, ispirato all’inno italiano.

Non potendo incontrare di persona Dolcenera e Laioung e documentare con la telecamera la conversazione, mi sono inventato la formula a distanza che vedi nel video.

Ecco qui sotto il testo di “Wannabe

Tutto normale, io sembro aliena
tu allegramente incosciente vai alla deriva
per fare del bene qui ci vuole il male
la terra brilla tra i fanatici del terrore

Non credo ai miracoli
però ascolto la musica
non credo ai wannabe, wannabe, wannabe
muoviti
non credo ai miracoli
e nemmeno agli ostacoli
vorrebbero andare avanti ma solo restando nei limiti
non credo ai miracoli
però ascolto la musica
e basta con sti wannabe, wannabe, wannabe
salvami

Comunque vada
io non ho paura, viva la paura che mi tiene in vita
sono quel che sono
fuori dal mio gioco eppure me la gioco

sono un’incosciente sì ma liberamente
fuori da quel trip di wannabe

Ad esser sinceri si fa più fatica
e quello che vedi è quello che non vuoi vedere

Con la testa alta
essendo tenaci
essendo noi stessi muoiono paure non c’è scompiacere
Non credo ai miracoli
credo nella musica
non credo nei wannabe, wannabe, wannabe
perchè sono me

Non credo ai miracoli
però ascolto la musica
non credo ai wannabe, wannabe, wannabe
salvami

Comunque vada
io non ho paura, viva la paura che mi tiene in vita
sono quel che sono
fuori dal mio gioco eppure me la gioco
sono un’incosciente sì ma liberamente
fuori da quel trip di wannabe, wannabe

comunque vada

Ho dovuto affrontare la guerra e mi sono rialzato da terra
lo comunico felicemente che ne sono uscito vincente
yeah vorrebbero essere come me la fama è solo una moda
il tempo pensasse come la mia strofa quando la ascolti ti inchioda
vogliamo essere solo noi stessi, vivere senza complessi, vivere senza permessi
e quando si vive di arte si vive d’amore e non si è sottomessi
vivo di grandi successo

Comunque vada
io non ho paura, viva la paura che mi tiene in vita
sono quel che sono
fuori dal mio gioco eppure me la gioco
sono un’incosciente sì ma liberamente
fuori da quel trip di wannabe, wannabe

www.redronnie.tv

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.