La bufala sulle donazioni tramite la canzone “Rinascerò, rinascerai” di Roby Facchinetti

Una catena WhatsApp sta generando alcuni malintesi a proposito di un'iniziativa benefica lodevole

336
CONDIVISIONI
Rinascerò

Sta generando una grande confusione, da alcune ore a questa parte, l’iniziativa lodevole di Roby Facchinetti, tramite la canzone “Rinascerò, rinascerai”. Alle spalle di questo singolo, infatti, c’è effettivamente un’azione benefica concepita dal cantante dei Pooh, ma la declinazione della vicenda, stando ai contenuti che girano ancora oggi 28 marzo su WhatsApp, rischia di rendere tutto inutile. Attraverso la suddetta app, infatti, ha preso piede una vera e propria bufala che per certi versi ricorda quella delle intercettazioni telefoniche, da noi trattata su OptiMagazine in settimana.

Come si articola la bufala su Roby Facchinetti e la canzone “Rinascerò, rinascerai”

Andiamo con ordine, perché il messaggio WhatsApp diventato virale in queste ore ci invita a girare ai nostri contatti il video che è stato pubblicato su Youtube, riguardante proprio Roby Facchinetti e la sua nuova canzone “Rinascerò, rinascerai”. La disinformazione, nel senso stretto del termine, consiste nel fatto che ad ogni visualizzazione sarebbe donato qualche euro all’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. Si tratterebbe di un’idea del cantante, in virtù del fatto che la struttura ospedaliera sarebbe allo stremo e con pochi presidi di protezione.

Non è un caso che lo stesso Roby Facchinetti su Facebook abbia chiarito la questione. La sua è effettivamente un’azione benefica concepita per l’ospedale in questione, messo a durissima prova dall’emergenza Coronavirus. Allo stesso tempo, però, non basta la semplice visualizzazione del video “Rinascerò, rinascerai” su Youtube per effettuare una donazione. Chi intende procedere effettuare donazioni, infatti, potrà procedere in due modi.

La prima strada prevede l’acquisto legale del brano tramite questo link che porta alle varie piattaforme digitali autorizzate. La seconda, invece, si riferisce a donazioni spontanee sul conto corrente dell’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo – IBAN: IT75Z0569611100000008001X73. Dovrete utilizzare la causale “Progetto Rinascerò, rinascerai”, oltre ad associare nome, cognome e codice fiscale. Insomma, non basta visualizzare il video Youtube di Roby Facchinetti con “Rinascerò, rinascerai”.

Segui gli aggiornamenti della sezione Trending News sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.