Dai Modà a Piero Pelù, tutti gli artisti di #iosuonodacasa del 28 e 29 marzo

Torna l'appuntamento con #iosuonodacasa, tappa live da remoto degli artisti italiani ai tempi del Coronavirus

32
CONDIVISIONI

Gli artisti di #iosuonodacasa del 28 e 29 marzo sono pronti ad affilare gli strumenti e intrattenere il pubblico da remoto, come sta accadendo in questi giorni di isolamento domestico necessario per contenere il contagio da COVID-19.

L’iniziativa è partita dal direttore di RockolFranco Zanetti – che per primo ha avuto l’intuizione di non interrompere la musica dopo l’annullamento di tutti i concerti fino al 3 aprile, come impone il DPCM siglato dal Premier Giuseppe Conte.

Il progetto è sostenuto da OM – Optimagazine e da Onstage, Newsic, Frequenza italianaPaola Gallo (Onde Funky) e Musica dal Palco, oltre che da All Music Italia che ha raccolto immediatamente il guanto di sfida lanciato da Rockol, dal quale è partita l’idea subito accolta dagli altri partner.

Il calendario di sabato 28 marzo è iniziato con Gisella Cozzo alle 9,30 e riprende alle 16, con il concerto da remoto di Paolo Vallesi. Osvaldo Di Dio suona invece alle 16,30, con Camille Cabaltera che inizia il suo spettacolo alle 17,30.

E ancora Samuela Schiliro, Enzo Costa, DJ Claudio Ciccone Bros e Remo Anzovino, che conclude la tornata di sabato 28 marzo con il concerto delle 22.

La musica dal vivo di #iosuonodacasa torna domenica 29 marzo a cominciare dalle 16 con il live di Paolo Vallesi, al quale seguono quello di Osvaldo Di Dio, Gisella Cozzo, Milena Setola e i Modà, che saranno in collegamento dalle 20. Atteso anche il concerto di Piero Pelù alle 21, con la giornata che si conclude alle 22 con il live di DJ Claudio Ciccone Bros.

I vari artisti che hanno aderito all’iniziativa si stanno alternando di giorno in giorno, ma rimane aperta la possibilità di partecipare a #iosuonodacasa seguendo le LINEE GUIDA del progetto. QUI tutti i dettagli dell’iniziativa al via dal 14 marzo.

Qui di seguito, il programma di #iosuonodacasa del 28 e 29 marzo che si concluderà alle 22 della domenica con il live di DJ Claudio Ciccone Bros.

Il calendario di #iosuonodacasa del 28 marzo

Gisella Cozzo9,30https://www.instagram.com/gisellacozzoofficial/
Paolo Vallesi16 https://www.instagram.com/paolovallesiofficial/
Osvaldo Di Dio16,30www.facebook.com/osvaldodidio
Camille Cabaltera17,30 https://www.instagram.com/camillecabalteraofficial
Samuela Schiliro18,30 www.facebook.com/SamuelaSchiliroOfficial
Enzo Costa21 https://www.facebook.com/zuccherosugarband
DJ Claudio Ciccone Bros22https://www.facebook.com/djclaudiocicconebros/
Remo Anzovino22https://www.facebook.com/remoanzovino

Il calendario di #iosuonodacasa del 29 marzo

Paolo Vallesi16 https://www.instagram.com/paolovallesiofficial/
Osvaldo Di Dio16,30 www.facebook.com/osvaldodidio
Gisella Cozzo17https://www.instagram.com/gisellacozzoofficial/
Milena Setola17,30https://www.instagram.com/milena.cantante/
Modà20www.instagram.com/modaufficiale
https://www.facebook.com/rockmoda/
Piero Pelù21http://www.instagram.com/pieropelufficiale
DJ Claudio Ciccone Bros22 http://www.instagram.com/pieropelufficiale

#iodonodacasa

L’idea dei concerti da casa si unisce a un obiettivo solidale, trainato dall’hashtag #iodonodacasa. L’Associazione Nazionale Italiana ha messo a disposizione il numero 45527, al quale stanno confluendo donazioni dal 14 marzo, ma è possibile donare anche attraverso bonifico all’IBAN IT 83 U032 9601 6010 0006 7281370 intestato a La Partita del Cuore Umanità senza Confini con causale Terapia Intensiva Ospedale Niguarda.

Il valore della donazione è di 2 euro per ciascun SMS inviato da cellulare personale WINDTRE, Tim, Vodafone, PosteMobile, Coop Voce e Tiscali – altre compagnie potranno aggiungersi in seguito.

Da rete fissa, sempre al numero 45527, è possibile donare 5 € o 10 € con Tim, Vodafone, WINDTRE, Fastweb e Tiscali, 5 euro con TWT, Convergenze, PosteMobile.

La raccolta dei fondi è destinata ad aumentare i posti “unità posto letto rianimazione” (letto, respiratore, pompa, infusionali, monitor) disponibili per l’emergenza Coronavirus (COVID-19) dell’ospedale Niguarda di Milano.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.