Cosa resta di Grey’s Anatomy: sei grandi addii in sei anni, da Cristina a Derek fino ad Alex

Nelle ultime stagioni Grey's Anatomy ha detto addio a quasi tutti i suoi volti storici. E la loro mancanza si fa sentire

578
CONDIVISIONI

Una diaspora continua, che ha ormai decimato il gruppo storico lasciando solo tre membri del cast originale nella serie: Grey’s Anatomy ha perso in questi anni quasi tutti i suoi personaggi più amati, mediamente uno all’anno negli ultimi sei anni, in un caso addirittura due nella stessa stagione.

In molto casi l’addio è stata una scelta dell’attore o dell’attrice, intenzionati a lasciare ruoli di lungo corso che hanno definito e probabilmente limitato le loro possibilità di fare carriera altrove. In altri casi l’allontanamento è stato forzato, dovuto alla scelta creativa degli sceneggiatori.

L’ultimo in ordine di tempo ad uscire di scena lasciando ancora una volta i fan orfani di un volto familiare è stato Justin Chambers, apparso nell’ultimo episodio a novembre, l’ottavo della sedicesima stagione di Grey’s Anatomy, prima di annunciare a gennaio 2020 che non sarebbe più tornato nei panni di Alex Karev. Un addio a sorpresa, a stagione in corso, che ha colto impreparati gli stessi sceneggiatori e costretto la showrunner Krista Vernoff ad improvvisare una trama plausibile per l’allontanamento da Seattle di Alex, sposato con Jo, primario di un ospedale e grande amico di Meredith. L’ultimo saluto al personaggio del chirurgo burbero dal cuore tenero è stato realizzato nel sedicesimo episodio, ma in absentia, visto che l’ultima apparizione sullo schermo di Chambers resta quella della vigilia del finale di metà stagione.

Quello di Karev è il sesto personaggio di peso a lasciare la serie in sei anni: dalla decima alla sedicesima stagione di Grey’s Anatomy sono progressivamente venuti a mancare alla trama la geniale Cristina, il premuroso Derek, la coppia-non coppia Callie e Arizona, la tradizionalista April. Perdite che hanno impoverito la trama perché i personaggi minori che li hanno sostituiti non hanno mai acquistato uno spessore e una profondità tale da contribuire ad incrementare la qualità della scrittura della serie. Personaggi rimasti perlopiù piatti, cui si è cercato di dare colore attraverso storie posticce, invenzioni sul loro passato non troppo riuscite e rapporti con gli altri poco approfonditi.

Il risultato è che Grey’s Anatomy oggi ha perso il suo bottino di volti simbolo, personaggi tridimensionali perché tratteggiati coerentemente e in profondità per anni, presenti dal primissimo episodio o entrati nelle stagioni successive ma capaci di diventare tutt’uno col cast originale. Mancano molto alla storia. E agli spettatori, dopo l’addio ad Alex, ormai resta davvero poco da perdere. Ecco chi ha preceduto Karev negli ultimi anni.

Tonight ❤️

Tonight ❤️

Pubblicato da Grey's Anatomy su Giovedì 5 marzo 2020

Cristina Yang (Sandra Oh)

Decisamente la perdita più pesante, quella che ancora oggi si fa sentire maggiormente per la mancanza di un contrappeso importante rispetto alla protagonista. In mancanza di Cristina, la “persona” di Meredith, la sua “sorella dell’anima”, si è cercato di rendere la serie più corale affiancando alla Grey le “sorelle” acquisite Maggie e Amelia, rispettivamente la sua sorellastra e sua cognata, ma questa famiglia allargata non esprime la metà dell’intensità e della complessità del rapporto che c’era tra Meredith e Cristina, fatto di affetto incondizionato ma anche di sfida, rivalità, sana competizione reciproca. Dopo aver abbandonato la serie al termine di Grey’s Anatomy 10, Sandra Oh è ora la star di Killing Eve e non sembra intenzionata a tornare indietro, ad eccezione di un’apparizione in un eventuale finale di serie.

Derek Shepherd (Patrick Dempsey)

Il divorzio burrascoso tra l’attore e la produzione nel corso dell’undicesima stagione si è tradotto in un addio difficile da digerire, l’ennesimo lutto per la protagonista ormai segnata da perdite umane ogni oltre immaginazione. A deludere il pubblico è stato soprattutto il modo in cui ci si è sbarazzati di Patrick Dempsey, con la morte del suo personaggio inscenata in un episodio frettoloso e raffazzonato. Se quella di Cristina è la mancanza più pesante per via della forza del suo personaggio, quella di Derek si è fatta sentire soprattutto perché è quella che più ha influito sulla dinamica dello show: dopo l’elaborazione del lutto, infatti, la madre single Meredith ha impiegato anni e fatto tentativi dolorosi per cercare di nuovo l’amore. Oggi Patrick Dempsey è protagonista di Diavoli, la nuova serie Sky con Alessandro Borghi, e sta per girare un political drama.

Callie Torres (Sara Ramirez)

Sara Ramirez è uscita di scena al termine della dodicesima stagione dopo aver trovato un nuovo amore, decidendo di trasferirsi a New York. Il suo personaggio aveva perso centralità nelle ultime stagioni, ma il divorzio da Arizona aveva animato uno degli episodi più riusciti della serie, una sorta di Kramer vs Kramer in salsa LGBTQ. Primo medico bisex della serie, è stato un personaggio a suo modo rivoluzionario. Sara Ramirez ha poi recitato in Madame Secretary, lasciando il political drama dopo la quinta stagione, e Shonda Rhimes ha più volte manifestato il desiderio, ricambiato dall’attrice, di riportare il personaggio di Callie nel medical drama. 

April Kepner e Arizona Robbins (Sarah Drew e Jessica Capshaw)

Sarah Drew e Jessica Capshaw sono state fatte fuori dal cast contro la loro volontà al termine della quattordicesima stagione. I loro personaggi sono usciti di scena contemporaneamente nel finale di Grey’s Anatomy 14, con il matrimonio di April con e la partenza di Arizona per New York, per riunirsi con Callie e la loro bambina Sofia. Entrambi i personaggi sono stati eliminati per la difficoltà di gestire il “sovraffollamento” di medici e di storie che Grey’s Anatomy aveva raggiunto negli anni. Anche se poi, tra specializzandi e nuovi dottori, di personaggi ne sono arrivati altri, dal profilo certamente meno interessante delle due chirurghe amatissime dal pubblico. Attualmente nessuna delle due attrici ha trovato un nuovo ruolo in tv.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.