Morte eccellente in Station 19 3 e un lato oscuro da sondare per Andrea

Tutto cambia in Station 19 3 con un episodio potente e sconvolgente

107
CONDIVISIONI

E alla fine la vittima c’è stata e porterà con sé le conseguenze di un dolore assurdo e assordante, almeno per alcuni dei protagonisti di Station 19 3. Mentre in Italia Canale5 ha pensato bene di rimettere in panchina la serie lasciando a metà il pubblico senza alcuna spiegazione, negli Usa si è partiti alla grande con la terza stagione con una morte eccellente di cui sentiremo parlare anche nelle prossime settimane.

Chi segue la serie sa bene che tutto era in bilico sin dal crossover con Grey’s Anatomy e che gli stessi produttori avevano annunciato una morte imminente ma nessuno si sarebbe aspettato quello che è successo. Bene, la morte c’è stata e adesso qualcuno dovrà fare i conti con le conseguenze di tutto questo.

ATTENZIONE SPOILER!

L’episodio di giovedì sera di Station 19 3 ha salutato un personaggio molto amato e i fan sono già sul piede di guerra ma questo non basta a far sentire in colpa la produttrice esecutiva della serie, Krista Vernoff, che ha rivelato ad EW come tutto questo sia necessario. La morte di Ryan Tanner sarà utile per mettere sotto sopra la vita di Andy (Jaina Lee Ortiz) e questo è l’unico obiettivo della Vernoff che per anni ha pensato a come far passare la sua eroina attraverso un tunnel verso il suo lato oscuro.

Lei stessa lo rivela ai microfoni di Ew spiegando:

“Guardando le prime due stagioni dello show, ho avuto un forte impulso a far passare Andy al suo lato oscuro e vedere come sarà uscita dall’altra parte. Mi sentivo come se avessi visto il suo lato luminoso e lucido e mi interessava esplorare il suo lato oscuro e contorto. Ciò ha accelerato questo. Tutto è stato intensamente traumatico. La vita è piena di traumi, perdite e crepacuore e guardare personaggi che ci piacciono risorgere dalle ceneri e capire chi sono sulla scia di quel tipo di perdita è, per me, potente. Non torni solo da una perdita del genere, ma torni cambiato”.

Lo stesso Frezza ha spiegato di essere stato contattato dalla Vernoff che lo ha messo al corrente di quelli che erano i suoi piani per la terza stagione e di come tutto questo fosse potente e necessario non solo per Andy ma anche per riporre l’attenzione sulla sicurezza delle armi.

“Mi ha detto fin dall’inizio che questo era il modo in cui Ryan sarebbe uscito di scena, che gli avrebbero sparato. Voleva creare consapevolezza sull’argomento e aiutare ad aprire nuove conversazioni su questo. Abbiamo davvero bisogno di persone che prendano sul serio questa situazione con le armi da fuoco, soprattutto quando si tratta di famiglie con bambini”.

I fan possono essere felici di questa sua uscita di scena? Forse non del tutto ma lo stesso Frezza spiega che molto probabilmente non sarà l’ultima volta che lo vedremo in Station 19 3 visto che ci saranno dei motivi per avere una serie di flashback nei prossimi episodi e Ryan farà ancora la sua comparsa.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.