Pochi fortunati con 4G di Tre gratis: promozione limitata, crescono le polemiche

Alcuni dettagli da analizzare con grande attenzione per coloro ancora costretti a pagare il 4G di Tre

11
CONDIVISIONI
Tre

Sta prendendo piede una notizia riguardante il 4G di Tre, già in passato al centro di non poche polemiche da parte degli utenti per il costo a parte richiesto a tutti (o quasi), pari a 1 euro. Dopo aver analizzato l’approccio dell’operatore alla questione 5G già diversi mesi fa, è impossibile non evidenziare il fatto che in tanti siano ancora oggi costretti a pagare 1 euro in più, oltre al prezzo della propria tariffa, per evitare di restare fermi al 3G con la propria connessione dati.

Il nuovo SMS di Tre sul 4G

La notizia del giorno consiste nell’invio di un SMS di Tre a parte dei propri clienti. Mi riferisco a coloro che hanno la promo LTE in scadenza e che a stretto giro, come sempre avviene con questa compagnia telefonica, si troveranno costretti a pagare 1 euro in più per il mantenimento del 4G. Il testo del messaggio, nello specifico, lo trovate qui di seguito per completezza d’informazione:

Ti informiamo che anche se la promo LTE è scaduta, per Te, l’opzione 4G LTE continuerà ad essere inclusa nella tua offerta a 0 euro invece di 1 euro al mese. Buona navigazione con Super Rete di Tre. Per info e aree vai su https://superrete.windtre.it/info/ “.

La sua particolarità, consiste nel fatto che non si tratti di una proroga, ma quella che ha tutta l’aria di essere una decisione definitiva. Una buona notizia, dunque, se non fosse per il fatto che, come accennato, la scelta di Tre pare coinvolga solo parte del pubblico. Per tutti gli altri, come trapela anche attraverso l’articolo di Mondomobileweb, dovremo ancora parlare di costo da aggiungere a quello del proprio piano. Insomma, in un anno decisivo per il 5G, abbiamo ancora utenti costretti a pagare il 4G di Tre. Che ne pensate di questa storia?

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.