Liev Schreiber e i fan di Ray Donovan riusciranno a salvare la serie dalla cancellazione?

Ray Donovan a rischio cancellazione dopo il finale della settima stagione, il protagonista Liev Schreiber e il pubblico riusciranno ad ottenere il rinnovo?

Ray Donovan è una delle serie che rischia di non tornare nella prossima stagione televisiva. Il dramma inglese creato da Ann Biderman per Showtime ha appena raggiunto la conclusione della sua settima stagione, ma non è ancora stata rinnovata per un’ottava.

Non è da escludere che la serie venga cancellata, ma proprio perché a rischio il suo protagonista Liev Schreiber ha deciso di chiamare a raccolta i fan con un appello lanciato sui social.

La serie drammatica che vede Schreiber nel ruolo di Ray Donovan, un faccendiere professionista che risolve crisi e problemi di personalità molto in vista a Los Angeles ma combatte con una famiglia disfunzionale, ha ottenuto negli anni ben 9 candidature agli Emmy Awards (con una vittoria come Miglior Attore guest star in una serie drammatica per Hank Azaria) e sete candidature ai Golden Globe (con una vittoria come Miglior Attore Non Protagonista in una serie per Jon Voight). In onda ormai dal 2013, ha resistito al progressivo calo di ascolti che è fisiologico per la stragrande maggioranza delle produzioni televisive dopo le prime 4 o 5 stagioni – e talvolta si manifesta anche prima – ma ora rischia seriamente di non tornare in onda dopo la conclusione della settima stagione.

Durante la conferenza stampa alla Television Critics Association nel consueto tour invernale che si è tenuto anche quest’anno, il numero uno di Showtime Gary Levine ha suggerito l’ipotesi che Ray Donovan sia ormai vicino al capolinea, pur non confermando il suo destino.

Penso che  Ray Donovan si stia avvicinando alla fine della sua corsa. Abbiamo sempre parlato di sette o otto stagioni. Non è stato ancora deciso nulla, ma è giusto dire che si sta avvicinando alla fine.

La rete è dunque ancora indecisa sul da farsi. E forse decisivo sarà l’interesse mostrato dal pubblico, come avvenuto in altri casi: Sense8, ad esempio, ha avuto un film conclusivo solo dopo le proteste vivaci dei fan alla notizia della sua cancellazione da parte di Netflix, arrivata a sorpresa dopo la seconda stagione innescando una reazione virale.

Il protagonista Liev Schreiber non ha intenzione di mollare il suo ruolo senza battersi per il rinnovo della serie. Sul suo profilo Instagram, l’attore ha chiamato a rapporto i fan di Ray Donovan e li ha invitati a fare pressioni su Showtime perché conceda ancora una stagione alla serie.

Commentando il finale della settima stagione appena trasmesso da Showtime, l’attore ha spinto il pubblico a rendersi partecipe della richiesta di rinnovo della serie, pur non escludendo la possibilità che il finale di Ray Donovan 7 diventi il finale di serie in caso l’emittente decidesse per la cancellazione.

Che viaggio fantastico è stato. Ho letto i vostri commenti e la profusione di amore e sostegno per il nostro cast e la nostra troupe è stata davvero travolgente. So che la grande domanda che tutti ci stiamo ponendo è se ci sarà una stagione 8. La verità è che è nelle mani della rete. Quindi, se ne volete ancora, contattate @showtime, @raydonovan e @cbstv e fate sapere loro cosa ne pensate. In entrambi i casi è stata una corsa incredibile e tutti noi dobbiamo ringraziarvi per questo.

La conferma relativa al futuro della serie potrebbe arrivare con la presentazione dei palinsesti della prossima stagione tv in primavera, quando generalmente vengono annunciate le decisioni su cancellazioni e rinnovi.

In Italia Ray Donovan è disponibile su Netflix: la settima stagione è entrata in catalogo lo scorso 26 novembre, ma la serie è in onda anche in chiaro. Attualmente è in programmazione su Rai4, che trasmetterà il finale di Ray Donovan 7 il prossimo 28 gennaio 2020.

MUSH T-Shirt Ray Donovan FITE Club - Film by Dress Your Style -...
  • T-shirt realizzata con tecnologia digitale
  • Stampa diretta su maglia senza utilizzo di pellicole plastiche
Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.