Red Ronnie furioso contro Junior Cally: ‘non deve salire sul palco di Sanremo, è istigazione alla violenza’

10 minuti roventi e imperdibili con il popolare giornalista musicale che tuona contro certi esponenti della Trap, contro il Festival di Sanremo e la sua gestione scriteriata

5634
CONDIVISIONI

Red Ronnie ci ha abituati così da anni, i suoi programmi sul web, le sue dirette che saltano fuori da una tv tascabile che con estrema facilità raggiunge centinaia di migliaia di persone, l’ha inventata lui.  Red fa sul serio, la sua produzione è giornaliera ed instancabile ed è noto che con i suoi contenuti raggiunge un pubblico incredibile e trasversale, spesso superiore a quello di certi programmi Sky o delle varie Rai oltre il 3.

In questo videoclip Red Ronnie si scaglia contro Junior Cally e su pezzi come Strega o Tutti con Me. Nel video ammonisce: “Junior Cally non deve salire sul palco di Sanremo, dobbiamo proteggere non più i nostri ragazzi ma i nostri bambini!”. Oppure “Amadeus non capisce un ca*zo di musica, lui conduce Quiz”, e ancora: “Se mandiamo a Sanremo gente così, sdoganandoli, con questi testi, allora i ragazzini penseranno che è così che si fa”. Si sofferma poi a leggere con attenzione il testo di alcuni brani di Cally con un botta e risposta con chi segue la diretta Facebook.

È facile che Red prenda posizioni nette e sanguigne sui temi dell’attualità musicale, ricordiamo la sua storica battaglia contro i talent che gli è valsa una rassegna stampa di peso nonché qualche scherzetto al vetriolo dalle Iene su Italiauno.
Oggi nel suo mirino c’è un nuovo bersaglio, i messaggi contenuti in buona parte della musica Trap, certi testi altamente diseducativi che rotolano come macigni su milioni di ragazzini, attraverso Youtube, attraverso Spotify, etc. Ma è davvero giusto che ciò accada nell’indifferenza dei più? Quanto è controllabile un fenomeno artistico e fino a che punto è giusto lasciare che un performer si esprima con linguaggi ritenuti volgari, offensivi, pericolosi, in testi memorizzati come cantilene da minorenni, fans, followers? E qui le opinioni si separano: gogna o massima libertà.

Lì a guardare Red Ronnie che s’incazza sull’argomento ci sono i giovanissimi curiosi e padroni dei device digitali, ci sono soprattutto gli over40 che lo seguono da sempre e ci sono poi, come il web comanda, anche un bel po’ di detrattori e haters che alimentano un dibattito quotidiano e fanno crescere le fila dei suoi followers su ogni suo canale. Nella nuova era digitale si direbbe una vera forza, un ‘connettore’ di energie vecchie e nuove che tiene ancora vivo e ben alimentato il dibattito sulla musica, per altri versi appassito, deviato, snobbato.

Buona visione, per vedere la diretta integrale clicca qui: (Red contro Junior Cally)

Commenti (15):
Lina Corsini

E’ inammissibile! Nessuno interviene?E’ istigazione!
Boicottare San Remo è un’illusione…quante persone lo guardano credendo che sia veramente il Festival della Canzone Italiana! Chi ha invitato certi personaggi doveva chiedersi se sono veramente persone degne di essere in un Festival che dovrebbe rappresentare la MUSICA!!!!!

giovanni

Caro Red Ronnie guarda non so come ringraziarti dei tuoi video e di aver pubblicato dei post contro questo degrado musicale (ma non si può parlare nemmeno di musica) Io sono insegnante di scuola media quindi tu immagina le lotte che ho dovuto fare non solo con i ragazzi ma con i genitori che permettono che i figli ascoltino questa schifezza!!! la risposta di una madre è stata; ma lo so Prof solo che cosa ci posso fare? capito? come dire mi arrendo al fatto che mio figlio ascolti musica violenta e diventi violento a sua volta. Le armi ci sarebbero solo che poi i ragazzi hanno la forza del gruppo per cui si aiutano a vicenda a percorrere le strade sbagliate. Noi adulti ce la mettiamo tutta poi alla fine la vita è la loro. Ma questo tipo a San remo non ci deve andare!!! e bisogna impedirglielo a tutti i costi!! dovrebbe entrare in una galera non cantare ma in che nazione del piffero siamo??? ma tutto è possibile qui?? dovè la legge?

Paola

Dopo aver ascoltato x caso la puntata dell arena di ieri sera, nello specifico, red Ronnie sono sconvolta. Ignoravo totalmente il livello di intrusione del satanaccio nel mondo dei ragazzi x poterseli prendere quali adoratori. Sono nauseato da Amadeus che pur di presentare Sanremo bacia il culo a satana. Io è anni che non guardo Sanremo e non lo faccio guardare ai miei ragazzi/ studenti. Che hanno di meglio, grazie a Dio. Red ti ha mandato Dio a svegliarci. Anche gli orchestrali devono ribellarsi, alzarsi e scappare. La Giorgia Meloni andasse a fare flashmob fuori Sanremo contro junior e gli altri servi di satana.

Castorino

Così come si contestano le pellicce alla scala, x ben più vera ragione bisognerà presentarsi davanti a S. Remo a boicottare il festival, quell’insulso che lo presenta ma soprattutto un governo che tace x questi fatti e che ci obbliga a pagare un canone x pagare dei fuorilegge.

ugocaravella@gmail.com

caro RED CI VUOLE CORAGGIO (CHE TU AI) (SENZA H PERCHE’) PARLARE DI UNA TESTA DI CAZZO CHE NON NOMINO INVITATO A S. REMO CI FA CAPIRE IN CHE MONDO VIVIAMO PAGANDO NOSTRO MALGRADO IL CANONE RAI
(IMPOSTO !!! DA POLITICI!!!) CONTINUA COSI’ IN QUANTO ALL’ETA’ ANAGRAFICA DORMICI SOPRA.
LA REALTA’ NON HA ETA’
sono un TUO coetano il TUO TENERCI INFORMATI non scalfisce la TUA PROFESSIONALITA’
CHE PECCATO NON CONOSCERTI PER QUELLO CHE FAI (RIVOLTO A T U T T I)

Giulia

bravo RED….. dici cose reali……e ‘ vergognoso far salire su un palco questo” SCHIFO DI PERSONAGGI…..ha gia’ fatto schifo sentire e vedere la scorsa edizione un ” eroinomane seriale” come quel pezzo da gak
lera a vita di Achille Lauro ….DEVONO VERGOGNARSI E AMADEUS …un coglione mediatico

Aladino2004

Vorrei solo sapere come si fa a considerare artisti questa gente e canzoni quella schifezza che scrivono queste genti. Mettiamolo davanti ad un pianoforte e vediamo quanto vale! Probabilmente come pure tutti quelli come lui, non conosce neppure la scala cromatica. La nostra epoca è decadente ma la differenza con altre epoche decadenti che hanno preceduto quella attuale è abissale questa al contrario delle altre, di tutte la altre epoche decadenti, non contiene, ahimè, il seme dello sviluppo di una nuova era, dell’innovazione come è sempre stato, ma il seme della autodistruzione cui ci avviamo sempre più velocemente. Oggi in tutti i settori prevale la poca cultura, anche in politica è la stessa cosa, prevalgono gente senza né capo né coda, i movimenti popolari si riducono squallidamente alle sardine. Credo che la fine sia davvero vicina

    Kamra

    E questa sarebbe MUSICA?? posso solo dire che è un abominio ascoltare sta roba e immagino le baby gang che circolano con in testa questi testi, ma siamo fuori??
    Ciao Red spero che questa denuncia possa almeno servire ad azzerare gli ascolti di San Remo.

Ancy

Grazie Red Ronnie per i tuoi interventi. Non ci sono parole per descrivere quest’orrore!!! Siamo in una società folle. Mi chiedo cosa possiamo fare noi semplici cittadini per fermare o almeno arginare questa catastrofe. Per esempio: come far sapere alla RAI che non intendiamo vedere questo festival? Possibile che nessuna legge impedisca la diffusione di certa “musica”?

Red poco Red

Tutta colpa di Rula.. o di chi l’ha invitata. Chi non la vuole ha scelto di abbattere Amadeus. Prima la polemica sulla compagna di Valentino Rossi, ora questo. La mia domanda è: Questi trappers dai testi ignobili non devono andare a Sanremo o… non devono fare proprio musica con testi di questo tipo?? Se non li fanno andare a Sanremo cosa cambia?? Nulla, i ragazzini continueranno a comprare i loro CD o a scaricarli free, e ascoltarli dalla mattina alla sera…

gianrelli

E’ uno schifo degno di questo momento sociale da medioevo! Bravo Red Ronnie, male molto male Amadeus che mi è caduto…

andreapetruccipuntocom

Ho guardato il video Red , ogni anno si pensa solo a fare numeri . Questa industria discografica è terrificante per non parlare della nostra tv pubblica che non sa cosa inventarsi per prendersi odiens. È inammissibile che questi tizi vadano a Sanremo , confermano la loro potenza al grande pubblico.
Secondo me amedeus non farà nulla , non succederà nulla come al solito. É servito tutto per alimentare l’attesa . La regione Liguria interverrà? Ho sentito che Toti ha presentato un esposto . Dovremmo spegnere la tv quel giorno tutti insieme . Come al solito diranno quattro parole per scusarsi e andranno dritto verso l’obiettivo . Mi meraviglio di queste agenzie e di questa discografia fatta da quali persone .? Ovviamente c’è la mano del maligno in tutto questo , gente senza controllo , senza anima . Che intervenga qualcuno dall’alto ,spero possa finire tutto nel meglio dei modi. Gloria a Dio sempre e gloria alla fonte creatrice che ci ha dato giorno dopo giorno questa nostra esistenza. Ciao Red ,grazie di esserci

Andryconductor

Grazie caro Red!! A scuola insegno musica come la collega che ti ha lasciato il messaggio,siamo davvero in guerra e bisogna combattere con la cultura! Sono presidente di giuria a un concorso a Belluno che si svolgerà a marzo con una categoria dedicata alla musica leggera e ai cantautori.Siamo alla terza edizione e grazie al.cielo c’è ancora del.buono.Sarei onorato se venissi come ospite a portare la tua sapienza e i tu tuoi messaggi.Dubito però che leggerai questo ma se per caso ti capitasse fi leggere,ci farebbe grande piacere averti come ospite.
Andrea Moro

silversnakemichelle

Mi complimento con le etichette discografiche, con i talent e Sanremo che producono questi “artisti” e la “nuova musica”, dove oltre a non esserci nessun tipo di messaggio, se non volgarità e violenza, non esiste neanche lontanamente un contenuto prettamente artistico-musicale.

    Anco Marzio

    Grazie Red Ronnie! Almeno una voce si alza contro questi buzzurri-trogloditi che pretendono di imporre ad altri il loro scellerato modo di intendere la vita. Non solo loro, ma chi ne fa delle macchine per far soldi contando sulla incapacità dei bambini di avere filtri. Dovrebbero essere incarcerati gli uni e gli altri, insieme con i dirigenti RAI che consentono loro di avere un palco. Non è da oggi che purtroppo l’Italia è precipitata in un girone dantesco! Da quando i valori della convivenza civile sono stati travolti, da quando si è volutamente distrutto il primo caposaldo della società civile e cioè la famiglia, da quando si consente ai nuovi mezzi di comunicazione di divilgura ogni porcheria, salvo poi censurare ciò che non fa comodo ai padroni del vapore mondialista, da quando l’intolleranza la fa da padrone, da quando i rapporti tra persone diventano grugniti tra insofferenti, da quando si è voluto mettere in soffitta la civiltà bi-millenaria da cui proveniamo, da quando si è distrutto quel poco di senso comune del vivere, da quando artatamente si vogliono mettere insieme civiltà incoerenti tra di loro, da quando si vogliono imporre nuove forme di “genere” , ampiamente sconfessate dalla scienza seria e non quella tirata per la giacchetta da gruppi minoritari che vogliono imporsi ai più, da quando ci si è scordati del messaggio di Gesù Cristo:”ama il prossimo tuo come te stesso” che non è solo messaggio religioso ma che, se applicato, rappresenterebbe anche la più alta forma di convivenza civile, da quando dai palchi elettorali in tutta Italia si sentono solo demonizzazioni dell’avversario di turno, da quando si vuole forzatamente espropriare il popolo del,proprio senso di appartenenza in nome di un mondialismo inesistente, da quando il potere del denaro ha travolto ogni regola civile, da quando pochi potentati posseggono la gran parte della ricchezza, da quando volutamente si sono impoverite le classi medie, da quando la rappresentanza politica si è trasformata in viscidi lacchè dei padroni del vapore, da quando si cerca di abbassare il livello culturale del popolo, da quando i giornalisti sono succubi del potere, da quando gli scrittori si prostrano alla cultura politically- correct baciando i piedi di chi consente loro il guadagno e la fama, da quando i magistrati possono dichiarare le loro appartenenze politiche e possono indifferentemente passare dalla Magistratura alla politica e viceversa, da quando i potentati di tutti i tipi soffocano lo svolgersi della convivenza civile, i risultati sono sotto gli occhi di tutti. I personaggi di cui sopra ne sono solo la logica conseguenza. A monte però, ci sono pesantissime responsabilità di chi propugna un sistema di vita totalmente ateo, nichilista e senza alcun riferimento.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.