The Outsider su Sky Atlantic da febbraio, la miniserie dal romanzo di Stephen King inquieta e affascina

Arriverà a febbraio The Outsider su Sky Atlantic, la miniserie basata sull'omonimo thriller di Stephen King: ecco cosa sappiamo finora

1
CONDIVISIONI

Dopo la buona accoglienza in patria, arriva anche in Italia The Outsider su Sky Atlantic, la miniserie basata sull’omonimo thriller di Stephen King. La storia, composta da dieci episodi, si svolge in una piccola comunità della Georgia, che rimane sconvolta dal cruento omicidio di un bambino di undici anni, Frankie Peterson, il cui corpo viene ritrovato mutilato nei boschi.

Il caso viene affidato al rude detective Ralph Anderson (interpretato da Ben Mendelsohn), ancora in lutto per la recente morte del figlio. Le sue indagini lo portano all’arresto di Terry Maitland (Jason Bateman), mite professore di inglese che continuerà a dichiararsi innocente. Infatti, il giorno dell’omicidio l’uomo si trovava in un altro posto, come testimoniano alcuni video della sorveglianza. Com’è possibile dunque essere in due luoghi diversi allo stesso tempo? In seguito, Ralph si trova a collaborare con un investigatore privato dai metodi poco ortodossi, Holly Gibney (Cynthia Erivo), ma le cui abilità saranno utili per la risoluzione del caso. Man mano che le indagini procederanno, emergeranno vari elementi soprannaturali.

Stephen King è probabilmente uno degli autori più “adattati” sul piccolo schermo. Non è infatti la prima volta che i suoi romanzi vengono trasportati in televisione; ricordiamo la serie Under The Dome, andata in onda su CBS per tre stagioni; The Dead Zone, trasmessa per sei stagioni sul network americano USA Network; e poi le miniserie 22.11.63 e The Mist.

In attesa del debutto di The Outsider su Sky Atlantic, la miniserie è stata lanciata su HBO il 12 gennaio con i primi due episodi, diretti da Bateman (che ha dimostrato già con Ozark di essere abile dietro la macchina da presa). L’adattamento del romanzo si presenta abbastanza inquietante, ma la resa scenica è affascinante: le atmosfere sono quasi sempre soffuse e le inquadrature sono tali da rendere bene il disagio dei personaggi.

La scelta di Ben Mendelsohn è azzeccata; l’attore è in grado di interpretare un protagonista apparentemente privo di emozioni e di pazienza (dentro di sé è ancora logorato per la perdita del figlio, che perseguita soprattutto sua moglie). Jason Bateman invece, dopo aver dimostrato di sapersela cavare in ruoli comici quanto drammatici, è il Terry Maitland perfetto; il suo volto rassicurante ci porta a credere fermamente nella sua innocenza, ma allo stesso tempo siamo costretti a dubitare di lui quando in una scena lo vediamo spaesato, coperto di sangue sul volto (specialmente alla luce dei disturbanti dettagli sulla morte di Frankie).

L’unica critica che forse si può muovere a The Outsider è sulla lentezza della narrazione. Certo, dai primi due episodi è quasi impossibile avere un giudizio definitivo, ma quanto basta per definirlo “solo” una miniserie crime. Diciamo pure che alla fine della visione, qualche spettatore, pur non avendo letto il romanzo, sarà in grado di trarre le prime conclusioni.

The Outsider su Sky Atlantic è una delle serie più attese dell’anno, ma in Italia dovremo attendere un altro mese per vederlo. La messa in onda è prevista per il 17 febbraio con due episodi ogni martedì in prima serata. Qui vi riportiamo il trailer della miniserie, così come proposto da HBO in versione originale:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.