Il prezzo più conveniente per il Motorola Razr è con TIM: condizioni a rate

A quanto ammontano le rate mensili e quali sono le condizioni per ottenere la nuova eSIM

11
CONDIVISIONI

Grande interesse sta destando in tutto il mondo il Motorola Razr. Il dispositivo pieghevole ben diverso dai predecessori rivali Samsung Galaxy Fold e Huawei Mate X sembra aver colpito nel segno: in primis per il suo design a conchiglia che ricorda molto i vecchi Motorola ma che naturalmente si affida ad una tecnologia foldable decisamente più innovativa.

Il prezzo del nuovo Motorola Razr non è di certo alla portata di tutte le tasche. Pur essendo, almeno al momento, il pieghevole più economico di tutti, il suo costo di listino è comunque pari a 1599 euro. Proprio per rendere il dispositivo accessibile a più potenziali clienti, per primo in Italia l’operatore TIM ha pensato di rateizzare la vendita del dispositivo super tecnologico: secondo quanto riportato pure su Mondomobileweb, dal prossimo 20 gennaio, proprio il dispositivo foldable dovrebbe rientrare nel listino dell’operatore.

Quale sarà il prezzo del Motorola Razr con TIM? Se i clienti sceglieranno l’acquisto in una soluzione unica, il costo del device non potrà che essere quello di listino e dunque 1599 euro. Al contrario, almeno chi non ha disposizione una somma cosi importante potrebbe provvedere con la soluzione a rate. In quest’ultimo caso, la cifra da pagare prevederà l’esborso di 299 euro di anticipo e successivamente 30 rate da 39 euro ogni mese. Proprio in questo modo il pagamento sarà dilazionato e peserà certamente di meno sulle proprie finanze.

Come i fan del Motorola Razr sapranno, il pieghevole prevede il supporto non di SIM fisiche ma della nuovissima eSIM virtuale. Su questo fronte, TIM è stata la prima in Italia a garantire la nuova tecnologia ai propri clienti (a fronte invece di gravi mancanze sotto questo aspetto, ad esempio, per Vodafone). Chi punterà proprio al nuovo pieghevole potrà chiedere facilmente la sostituzione della propria scheda telefonica standard con quella nuova di zecca e dematerializzata presso i negozi fisici del brand. Sborsando una cifra pari a 10 euro per il cambio, potrà essere mantenuto lo stesso numero di telefono in uso da tempo.

Commenti (2):
Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.