Più incerta l’uscita di Motorola Razr 2: slitta tutto al 2021?

Il lancio del nuovo pieghevole oscilla tra agosto e il prossimo anno

Si torna a parlare dell’atteso Motorola Razr 2, questa volta però con notizie che non faranno di certo piacere agli appassionati. Dopo aver scoperto che il display dovrebbe essere più grande del previsto, oggi apprendiamo infatti che il periodo di uscita dello smartphone è quanto mai incerto. Se prima si credeva che il lancio fosse piuttosto vicino, le ultime indiscrezioni spostano l’approdo sugli scaffali del nuovo pieghevole della compagnia all’anno venturo. Annuncio compreso. Il leak arriva dall’account Twitter di Ross Young, CEO di Display Supply Chain Consultants:

E’ pur vero che quasi in contemporanea abbiamo potuto leggere il tweet di Evan Blass, che non è della stessa opinione. Secondo il leaker non ci sarebbe nessun ritardo nell’annuncio e nella successiva distribuzione del Motorola Razr 2 a causa del Coronovirus, e di tutto quello che la pandemia ha comportato anche a livello economico – sia in fase di sviluppo che di produzione. Per Blass, rimane quindi tutto (quasi) confermato per il mese di agosto, come potete verificare voi stessi poco più sotto nel suo “cinguettio”:

Per il momento non sappiamo quale delle due affermazioni si avvicini ai reali piani di motorola, ma il messaggio di Blass fornisce comunque informazioni interessanti. A partire già dal nome in codice Odyssey, che potrebbe fare riferimento ad un vero e proprio Motorola Razr 2 o ad una versione 5G dello stesso device mobile. Restano sempre sul campo dei rumor anche le specifiche tecniche. Per ora si vocifera di un un display principale di 6,7 pollici – che andrebbe ad eguagliare quello montato dal Samsung Galaxy Z Flip -, di un SoC Qualcomm Snapdragon 765, di una memoria 8 GB di RAM e 256 GB di storage, di una batteria da 2.845 mAh, e di una fotocamera posteriore che dovrebbe passare da 16 a 48 MP, con quella anteriore a seguire da 5 a 20 MP. Il tutto con sistema operativo Android 10 preinstallato

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.