Time Machine di Snapchat per vederci invecchiati di qualche decennio

Snapchat vuole ripetere il successo di FaceApp introducendo la sua Time Machine (filtro vecchiaia di 20 o 30 anni)

2
CONDIVISIONI

Non è passato troppo tempo da che tutti, ma proprio tutti, si dedicavano all’arte del ‘10 year challenge‘, in cui si accostavano foto scattate 10 anni fa ed una attuale. Snapchat, un po’ sulla falsariga di FaceApp, ha deciso di fare altrettanto, mostrandoci come potremmo essere tra 20 o 30 anni. Come riportato da ‘The Verge‘, la funzionalità è resa possibile dalla realtà aumentata, e rappresenta un netto passo in avanti rispetto a quanto era concesso fare con FaceApp.

La particolarità che sta per introdurre Snapchat, infatti, consiste nell’applicazione dell’effetto in presa diretta al filmato dell’utente intento a registrare il messaggio, per poi intervenire manualmente attraverso il cursore collocato in basso all’UI. Una mossa intelligente da parte del team di sviluppo del social network, il cui intento è quello di offrire agli utenti nuovi e vecchi una funzionalità che permetta di intrattenere e regalare visibilità alla piattaforma. Potreste non aver ancora ricevuto il filtro, nonostante la funzionalità sia già in fase di rilascio a livello globale (nel caso si tratterebbe di aspettare qualche giorno). L’effetto prende il nome di ‘Time Machine’ (non è difficile a cosa voglia alludere il nome).

Se non avete mai utilizzato Snapchat forse potreste decidere di iniziare adesso per soddisfare la curiosità di vedervi invecchiati di 20 o 30 anni, così da scoprire come potreste essere nei prossimi decenni (magari non ne volete sapere niente: nel caso lasciate semplicemente perdere). Se, invece, siete già assidui utilizzatori del social network non vi resterà che aspettare l’arrivo della funzionalità, che non dovrebbe farsi attendere troppo essendo già stato avviato il roll-out globale. Credete che la Time Machine di Snapchat possa ripetere il successo ottenuto da FaceApp? Fatecelo sapere lasciando un commento all’articolo attraverso il box qui sotto.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.