Vi presentiamo la Xiaomi Mi Band 3i: prezzo bassissimo, ma non arriverà in Europa

Potrebbe anche piacere a qualcuno la Xiaomi Mi Band 3i, ma purtroppo non arriverà in Europa

4
CONDIVISIONI

Ecco che è stata ufficializzata la Xiaomi Mi Band 3i, di cui vi avevamo parlato pochi giorni fa e dotata di uno schermo AMOLED da 0.78 pollici con risoluzione di 128 x 80 pixel. Il braccialetto intelligente ha dimensioni generali di 46,8 × 18,1 × 11 mm, un peso di 8.5 gr. (20 col cinturino), connettività Bluetooth 4.2 LE ed una batteria da 110mAh. La Xiaomi Mi Band 3i resiste anche all’acqua fino ad una profondità di 50 metri. C’è anche l’accelerometro, ma manca il sensore per il rilevamento del battito cardiaco.

Per il resto, è incluso il monitoraggio delle attività fitness, della qualità del sonno, della distanza percorsa e delle calorie bruciate, oltre che la ricezione di notifiche per chiamate e messaggi ed il meteo. L’autonomia dichiarata ammonta ad una ventina di giorni (legittimo pensare potesse durare anche di più, vista l’assenza del sensore della frequenza cardiaca, ma non ci lamentiamo comunque; il risultato è già ottimo così). La Xiaomi Mi Band 3i ha un prezzo di 1299 Rs, pari a circa 17 euro al cambio attuale. L’azienda cinese è stata molto chiara a riguardo: il prodotto sarà venduto solo in India, e per il momento non c’è verso di vederne arrivare una versione internazionale (evidentemente lì c’è richiesta di questo tipo di articolo, o comunque i piani della società sono altri).

Qualche rivenditore terzo potrebbe anche riuscire ad importarne delle unità singole in Italia, ma non si tratterebbe comunque di canali ufficiali (immaginate la difficoltà, tra le altre cose, di interagire con un dispositivo a cui manca la lingua italiana). Questo è quanto sul conto della Xiaomi Mi Band 3i, versione più economica della Mi Band 3, che sappiamo essere stata sostituita ormai da qualche mese dall’attuale Xiaomi Mi Band 4 (la prima con display a colori). Un indossabile del genere a voi sarebbe piaciuto?

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.