Imma Tataranni al giro di boa su Rai1 con un nuovo caso da risolvere: anticipazioni 6 e 13 ottobre

Un cadavere mummificato per Imma Tataranni costretta ad allontanarsi da Ippazio?

Imma Tataranni al giro di boa questa sera su Rai1. La nuova fiction con Vanessa Scalare è composta da una prima stagione di sei puntate e la prossima settimana, il 13 ottobre, andrà in onda già la quarta, cosa ci regalerà questa seconda parte? Siamo sicuri che chi ha seguito le peripezie del nuovo Sostituto Procuratore sa bene che non mancheranno i colpi di scena anche se non si capisce bene se questo sarà riferito alla sua vita privata o ai casi che sta seguendo facendo un ritratto del territorio in cui vive.

A tenere alta l’attenzione di Imma Tataranni questa sera sarà il ritrovamento di un cadavere mummificato in quello che sembra essere una gravina in cui il sostituto procuratore si calerà per scoprire la verità. In un primo momento si parla e si pensa ad un incidente ma tutto cambia quando si scopre che il cadavere appartiene a Domenico Grieco, un noto architetto scomparso nel nulla quindici anni prima, e che potrebbe essere stato ucciso proprio durante una scalata o una semplice passeggiata.

Ecco il video anteprima della puntata di oggi, 6 ottobre:

Ancora una volta il PM si troverà a fare i conti con pregiudizi e voglia di essere un po’ superficiali dei suoi superiori ma al suo fianco, per quanto possibile, si schiererà il marito Pietro De Ruggeri (Massimiliano Gallo). Suo braccio destro sarà ancora il giovane carabiniere Ippazio Calogiuri (Alessio Lapice), con cui Imma ha un’intesa che sembra nascondere ben altro. Toccherà ancora a lei spronarlo per ottenere il meglio lanciandosi nel concorso per sottufficiale.

Imma Tataranni torna in onda la prossima settimana, il 13 ottobre, con la quarta puntata ad un passo dal finale. Un nuovo caso attende la nostra PM mentre Ippazio si allontanerà un po’ da lei in balia di una nuova cotta che potrebbe cambiarlo. Come reagirà Imma a questi cambiamenti?

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.