Fotocamera, processore, OS e batteria del Huawei Mate 30 Pro: le ultime conferme

Il discorso relativo al Huawei Mate 30 Pro prende una piega definitiva circa alcuni elementi fondamentali

10
CONDIVISIONI

Arrivano nuove conferme sul conto del Huawei Mate 30 Pro, almeno per quanto riguarda gran parte delle specifiche chiave che lo riguarderanno (processore, fotocamera, sistema operativo e batteria). Secondo quanto riportato da SlashLeaks, il device monterà una quadrupla fotocamera con un sensore da 40MP Movie/Cine, un altro sensore da 40MP di tipo SuperSensing, un teleobiettivo da 8MP ed un 3D Depth Sensing Camera. Il Huawei Mate 30 Pro sarà alimentato dal processore Kirin 990 con NOU DAVinci per prestazioni AI di livello superiore, mentre la batteria risulterà contraddistinta da un amperaggio di 4500mAh (in grado di supportare la SuperCharge a 40W cablata e wireless a 27W). Il modello base, invece, includerà una batteria da 4200mAh. Il dispositivo funzionerà con EMUI 10 basato su Android 10, con funzionalità software migliorate dall’intelligenza artificiale e da maggiori controlli di privacy.

Il Huawei Mate 30 Pro disporrà di uno schermo waterfall con quasi 90° di curvatura ed un ampio notch sul fronte per ospitare il comparto di sicurezza 3D. I vari Huawei Mate 30, Mate 30 Pro, Mate 30 RS e Mate 30 Lite verranno tutti svelati nel corso del 19 settembre a Monaco di Baviera, in Germania. Proprio ieri vi avevamo fornito in questo articolo un’ampia galleria fotografica avente per protagonisti proprio i vari esponenti che andranno a comporre la linea dei prossimi top di gamma del colosso cinese. Il Mate 30 Lite, a differenza dei suoi fratelli, adotterà un piccolo foro nell’angolo in alto a sinistra del display, volto a contenere la fotocamera frontale. Sul posteriore invece, è confermata la fotocamera quadrupla: 48 + 8 (componente ultra-grandangolare) +2 (dedicata alla parte macro) + 2MP (per la raccolta dei dati relativi alla profondità di campo). Il design di questo esemplare ricorda più quello dei precedenti Mate 20 che non questo nuovo dei Mate 30 (trattandosi di un dispositivo di fascia media è cosa anche normale). La batteria dovrebbe fermarsi intorno ai 4000mAh, che è comunque un amperaggio più che dignitoso per questo tipo di device.

Un ruolo importante verrà giocato anche dalle colorazioni disponibili al lancio. Evan Blass, meglio noto con il nome di ‘@evleaks‘, ci ha mostrato quelle che potrebbero essere le nuance al day-one: come potete scorgere dall’immagine qui sotto, a sinistra ci sono i Huawei Mate 30 ed a destra i Mate 30 Pro, nelle colorazioni Space Silver, Cosmic Purple, Black e Emerald Green. Sebbene SlashLeaks abbia fatto menzionato EMUI 10 con Android 10, non sappiamo esattamente quale destino ci riserverà la serie.

Il colosso di Mountain View ha fatto sapere che il produttore cinese non potrà avvalersi delle applicazioni e dei servizi ufficiali di Google al primo avvio, compreso il Play Store e gli altri software protetti da licenza (cosa che l’azienda di Shenzen ha perso entrando nell’Entity List del governo USA lo scorso maggio). Un problema che non pesa poi troppo in Cina, che assume una certa importanza per l’Europa. Possibile vedere equipaggiato il Huawei Mate 30 Pro con una ROM Android AOSP? Probabile, ma non di certo in via ufficiale nel Vecchio Continente (l’OEM perderebbe troppi punti agli occhi del pubblico, ed il dispositivo finirebbe nei bassi fondi delle classifiche di vendita).

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.