“Camera In Tour”: il programma itinerante di concerti organizzato dalla Camera di Commercio di Salerno

Quest'anno l'evento prevede cinque serate “magiche” in compagnia di Ezio Bosso, Renzo Arbore, la Compagnia italiana dell’operetta, il maestro Daniel Oren e Sebastiano Somma con l’omaggio a Lucio Battisti e Lucio Dalla

314
CONDIVISIONI

Camera in tour” è il programma itinerante di concerti organizzato dalla Camera di Commercio di Salerno per promuovere e valorizzare l’incantevole e vasto territorio che si estende dalla provincia di Salerno fino alle bellezze paesaggistiche di Minori, Palinuro, Santa Maria di Castellabate. Ovviamente non potrà mancare la suggestiva area archeologica dei Templi di Paestum.

In che modo si potranno attrarre gli ospiti degli alberghi, i flussi di turisti che soggiornano sempre più numerosi in questi luoghi? E’ presto detto: saranno cinque serate “magiche”, a partire dal 24 agosto, in compagnia di Ezio Bosso, di Renzo Arbore, della Compagnia italiana dell’operetta, del maestro Daniel Oren, di Sebastiano Somma con l’omaggio a Lucio Battisti e Lucio Dalla, a fornire un ulteriore pretesto ad intrattenersi e prolungare il soggiorno. Oltre naturalmente alla qualità dell’offerta ricettiva, agli itinerari enogastronomici e alle bellezze delle coste e dei paesaggi marini.

 “Doneremo un invito speciale ai turisti che soggiornano nelle strutture ricettive del salernitano – sottolinea Andrea Prete, presidente della Camera di Commercio di Salerno – i quali saranno invitati a partecipare gratuitamente alle serate musicali direttamente dagli albergatori che li ospitano. Un modo originale, e molto apprezzato già nella scorsa edizione, volto a far conoscere dei siti stupendi e, magari, prolungare la permanenza nel territorio grazie alla possibilità di partecipare a spettacoli formidabili”. 

Un esperimento che già, dalla prima edizione, ha riscontrato interesse e coinvolgimento degli albergatori che potranno dunque ulteriormente attrarre gli ospiti in una piacevole permanenza con un’offerta musicale e culturale di valore. E fare sistema è la scelta strategica più opportuna per valorizzare il territorio.

Il tour inizia da Palinuro, sabato 24 agosto alle ore 21.00 in piazza Virgilio, con lo spettacolo “Lucio incontra Lucio” di Liberato Santarpino con Sebastiano Somma, con le voci di Emilia Zamuner, Alfina Scorza, Paola Forleo, Francesco Curcio e con Sandro Deidda al sax, Guglielmo Guglielmi al pianoforte, Lorenzo Guastaferro al vibrafono, Aldo Vigorito al contrabbasso, Giuseppe La Pusata batteria, la scenografia di Luigi Ferrigno, immagini multimediali di Mariano Soria, disegni animati di Irene Servillo. La regia è di Sebastiano Somma. In scena un’originale lettura della vita di due amati musicisti e cantautori che hanno scritto uno dei capitoli più belli della storia della canzone italiana: Dalla e Battisti. Accomunati dalla stessa passione per la musica e una coincidenza di nascita di soli dodici ore – 4 marzo 1943 Lucio Dalla e 5 marzo 1943 Lucio Battisti. Nei primi anni Ottanta si fece avanti il progetto di una tournée e di un successivo disco insieme, ma Battisti, ormai propenso a sparire dalle scene, rifiutò l’invito. “Lucio incontra Lucio” prova a figurare quell’incontro artistico mai avvenuto, raccontandolo attraverso le loro canzoni.

L’itinerario prosegue a Santa Maria di Castellabate, venerdì 30 agosto, ore 21, con Ezio Bosso che dirigerà l’Orchestra Filarmonica Salernitana negli incantevoli giardini di Villa Matarazzo. Ed ancora la terza tappa a Minori, venerdì 6 settembre alle ore 21.00, si fermerà sul sagrato della Basilica di Santa Trofimena, con la Compagnia Italiana dell’Operetta che metterà in scena “La vedova allegra”. E sarà sicuramente una tappa imperdibile per le ricche suggestioni dei Templi dell’area archeologica di Paestum, domenica 15 settembre alle ore 20.00, con il maestro Daniel Oren che dirigerà l’Orchestra del Teatro di San Carlo.

“Camera in Tour” si concluderà con il concerto finale a Salerno, sabato 21 settembre alle ore 22.00, che si preannuncia, come sempre, entusiasmante e coinvolgente per la verve, la simpatia e la bravura di un evergreen straordinario come Renzo Arbore e la sua Orchestra Italiana.

“Il nostro scopo è richiamare un grande pubblico di appassionati – continua il presidente Prete – per la varietà della programmazione capace di soddisfare tutti i gusti, con l’eccellenza delle proposte e l’incanto delle location”.

La manifestazione gode del contributo e della partecipazione di diversi enti e istituzioni pubbliche: Comune di Centola/Palinuro, Comune di Castellabate e Parco Nazionale del Cilento, Alburni, Vallo di Diano, Comune di Minori, Comune di Capaccio/Paestum, della Direzione Area Archeologica Paestum, del Comune di Salerno.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.