Foto eloquenti del Huawei Mate 30 Pro: le ultime immagini dal vivo

All'interno di una cover protettiva il Huawei Mate 30 Pro, ma ben visibile: le ultime foto dal vivo

12
CONDIVISIONI

Dovrebbe essere il 19 settembre il giorno del Huawei Mate 30 Pro, insieme al Mate 30, ed eccolo arrivare in foto, questa volta da vivo. Stando a quanto riportato da ‘Huawei Central‘, il dispositivo si mostra avvolta in una cover protettiva allo scopo di nascondere il più possibile il suo design originale. Sono evidenti le grandi curve del bordo, mentre sul versante sinistro il telefono monta un pulsante di accensione di colore rosso al di sotto del bilanciere del volume.

C’è un notch a cascata sulla parte frontale, ed a ben guardare tre fotocamere, resesi visibili attraverso il riflesso della luce. Nell’immagine seguente si può scorgere il retro del Huawei Mate 30 Pro, da cui si scorge – stando a quanto è possibile vedere attraverso la cover – l’ampio ritaglio del flash LED e la fotocamera principale opportunamente occultata da uno sportellino, che può essere aperto quando necessario. C’è anche una striscia nera nella parte superiore centrale del Huawei mate 30 Pro, che sembra voler celare qualcosa. Il dispositivo dovrebbe essere animato da un nuovo processore Kirin da 7nm con elaborazione EUV, ed avere una doppia fotocamera da 40MP (accanto ad un terzo sensore da 8MP ed un ToF).

Il display avrà maggiori dimensioni, così come la durata della batteria sarà di certo aumentata, in accoppiata al supporto alla ricarica rapida a 55W e wireless a 30W. Il Huawei Mate 30 Pro monterà nativamente EMUI 10, segno della volontà da parte del produttore cinese e di Google di proseguire nella loro collaborazione, fruttuosa per entrambe le parti (HarmonyOS, almeno per il momento, verrà utilizzato per altri tipi di device, come nel caso di indossabili, smart TV e settore automobilistico). Se avete domande da farci, il box dei commenti è a vostra completa disposizione in qualsiasi momento.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.