Dave Grohl dei Foo Fighters ricorda i Nirvana: “Smells Like Teen Spirit mi ha cambiato la vita”

Nell'ultima intervista rilasciata al Guardian il musicista ha riportato alla memoria la capacità compositiva di Kurt Cobain

13
CONDIVISIONI

Ciò per cui Dave Grohl dei Foo Fighters è maggiormente ricordato è la sua militanza nei Nirvana di Kurt Cobain, nei quali picchiava le pelli della batteria con il consistente apporto di uno stile del tutto nuovo per la band di Aberdeen, più preciso nel beat e più esplosivo nella sommatoria.

Le sue doti percussive, non a caso, sono state spesso oggetto di studio e di emulazione, ma egli stesso non ha mai negato di aver subito le influenze di John Bonham dei Led Zeppelin. Grohl, tra l’altro, ha partecipato ad altri progetti di rilevante importanza, come avvenne nel primo album dei Queens Of The Stone Age di Josh Homme – e tutti, almeno una volta, abbiamo sognato che Grohl registrasse Green Machine dei Kyuss per testare la sua potenza con l’ex band di Homme – ma anche nei Probot e nei Them Crooked Vultures.

Proprio per amore delle sue origini, Dave Grohl dei Foo Fighters non si tira mai indietro dal ricordare gli anni dei Nirvana – recentemente aveva parlato dei guadagni della band in un intervento al magazine Bon Apetit – e nell’ultima intervista rilasciata al Guardian ha raccontato tanti retroscena: dalle prime audizioni del 1990 (Dave Grohl prese il post di Chad Channing) alle prime tappe del tour, fino alla registrazione dello storico album Nevermind (1991) e alla depressione che avvertì nell’ultimo anno di vita dei Nirvana e di Kurt Cobain.

Senza mezze misure, Grohl ha affermato: “Niente mi ha cambiato la vita come Smells Like Teen Spirit” e con entusiasmo è ritornato in quel 1990 in cui a Seattle partecipò alle audizioni per il tour che i Nirvana erano pronti a portare nel Regno Unito. In quelle date, ricorda Dave, la band suonava di fronte a 600 persone: “Mi sentivo come se suonassi nella band più grande del pianeta. Soffrivo il jet-lag, bevevo tanto tè, mangiai i toast fritti per la prima volta”.

Più nello specifico il musicista ricorda gli istanti in sala prove quando nacque la leggendaria Smells Like Teen Spirit:

Kurt aveva una meravigliosa padronanza del songwriting, nella sua semplicità e profondità. In sala prove parlavamo tra noi con il volume a 10, mentre suonavamo. Sapevo quando stava arrivando la strofa perché potevo vedere il piede di Kurt approssimarsi a spegnere il pedale della distorsione. Ci guardavamo l’un l’altro sfruttando il linguaggio del corpo e vivevamo la canzone incorporata in questo crescendo. Poi tutto esplodeva.

Dave Grohl dei Foo Fighters è quanto resta della scena grunge degli anni ’90 e con la band di Monkey Wrench ha creato uno strascico di quel movimento musicale rivoluzionario, attualizzato nella qualità ma rimasto verace e viscerale nell’attitudine.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.