A tutto gas il Huawei P30 Pro in Italia con l’aggiornamento 185: EMUI 9.1 e tanti miglioramenti

Fotocamera migliorata ma anche il lettore di impronte diventa più veloce, perché conviene procedere

58
CONDIVISIONI

L’Italia non resta mai indietro negli aggiornamenti dei suoi device Huawei. Proprio il Huawei P30 Pro, in queste ore, ha cominciato a ricevere l’update 185 avvistato per la prima volta in Europa solo due giorni fa. Lo stesso rilascio ora entra nei nostri confini e porta con se delle corpose novità.

Il firmware in questione è tutt’altro che esiguo visto che il suo ingombro in effetti è pari a ben 4,10 GB. Nel pacchetto sono inclusi, oltre alla patch di sicurezza del mese di luglio e naturalmente l’interfaccia proprietaria EMUI 9.1, una serie di novità niente affatto da sottovalutare: queste rendono il rilascio certamente interessante e utile da fare.

Perché tutti i possessori italiani del Huawei P30 Pro dovrebbero appunto procedere all’aggiornamento 185 sul loro esemplare di top di gamma? Un primo intervento degli sviluppatori, così come si legge nel changelog ufficiale, è quello relativo alla funzione DC Dimming per prevenire lo sfarfallio dello schermo proprio sull’attuale ammiraglia. Si tratta dunque di un intervento correttivo, la cui utilità non può essere per nulla messa in discussione.

Quali altri miglioramenti sono imputabili all’aggiornamento 185? Gli esperti promettono degli scatti migliori con la fotocamera principale e anche quella per selfie. La resa delle immagini sarebbe decisamente più elevata in determinati scenari, anche se la tipologia di questi ultimi non è stata specifica nelle note di rilascio e andrà dunque testata sul campo. Presumibilmente ne beneficeranno comunque le immagini ottenute in situazioni di scarsa luminosità, magari di notte e forse anche quelle tanto testate della cosiddetta modalità luna.

Ultima nota a margine ma non certo meno importante, sempre per l’aggiornamento 185 sul Huawei p30 Pro. Proprio il firmware in questione rende più veloce il sensore delle impronte digitali posto sotto il display. L’intervento degli sviluppatori contribuisce ad uno sblocco del telefono ben più veloce e immediato, subbito dopo l’installazione del pacchetto.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.