Le vendite di PS4 calano per colpa di PS5: Sony spiega perché

Un calo fisiologico quello fatto registrare dalla console Sony, dovuto alla grande attesa del pubblico per la sua erede next-gen

6
CONDIVISIONI

Le vendite di PS4 sono andate a gonfie vele, ergendo la console di ultima generazione giapponese a vera e propria regina del mercato. A comunicarlo è la stessa Sony, che ha annunciato di aver venduto ben 100 milioni di PlayStation 4 in tutto il mondo dal suo debutto ad oggi. Eppure, rispetto al passato, il monolite nero sta attraversando un periodo di calo nelle stesse vendite. Calo fisiologico, intendiamoci, dopo una lunga striscia di successi, ma che per il colosso nipponico è da imputarsi ad una concorrenza che si combatte “in casa”.

Sì perché, se è vero che le vendite di PS4 e PS4 Pro dell’ultimo trimestre si assestano sui 3,8 milioni di unità – cifra inferiore rispetto allo stesso periodo del 2018 -, la “grande S” reputa che questo sia direttamente collegato all’attesa per PlayStation 5, piattaforma di nuova generazione di cui conosciamo solo le prime specifiche tecniche ufficiali. Sony non ha mai mostrato la console al grande pubblico, ma la sua esistenza è certa e conclamata. Ed il futuro gioiellino tecnologico è tanto desiderato dal popolo geek da rallentare la distribuzione di PlayStation 4, come riporta il sito GameSpot.

Offerta
PlayStation 4 Pro Gamma, 1TB
  • Aumentando le prestazioni e la potenza della CPU PS4 Pro rende...
  • I possessori di TV 4K potranno giocare tutti i titoli PS4 ad un...

Per il momento non sappiamo quando uscirà PS5 e neppure il suo prezzo, con gli analisti ad ipotizzare una release fissata per la fine del 2020. Quel che è certo, è che quello che sta accadendo alle vendite di PS4 è uno scenario piuttosto comune per i prodotti tecnologici. Basti pensare al settore degli smartphone o dei PC portatili. Proprio per questo, i produttori hardware sono sempre titubanti a presentare con troppo anticipo le loro novità: lo ha fatto di recente Nintendo con il suo Nintendo Switch Lite – pensato per il gaming portatile -, annunciato solamente due mesi prima del lancio per evitare di ostacolare le vendite estive della versione tradizionale. Non è quindi un segreto che la certezza dell’uscita sul mercato di una nuova macchina – una console, in questo caso – rappresenta un deterrente all’acquisto per molti potenziali clienti, al netto dei tagli di prezzo futuri.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.