Le canzoni dei Queen al Sardegna Pride, Brian May ringrazia: “Orgoglioso”

Il chitarrista ha condiviso un video del corteo di Cagliari con parole piene di stima

80
CONDIVISIONI

L’ascolto delle canzoni dei Queen al Sardegna Pride non è passato inosservato. Durante la celebrazione del 6 luglio, infatti, con un corteo partito da Cagliari in piazza Michelangelo, dagli impianti audio arrivava tanta musica e non sono mancate le canzoni dei leggendari compagni di viaggio di Freddie Mercury, di nuovo elevato a icona del rock grazie al biopic Bohemian Rhapsody di Bryan Singer.

I filmati catturati dai partecipanti mentre il Sardegna Pride passava lungo via Sonnino sono arrivati anche al chitarrista Brian May, che ha ricaricato il video sul suo profilo Instagram con una didascalia piena di entusiasmo:

Sono orgoglioso di essere parte della celebrazione. Siate felici, forti e coraggiosi.

Il video è un collage di 40 secondi in cui si alternano We Will Rock YouBohemian Rhapsody e I Want To Break Free, tre brani iconici della band di Freddie Mercury. Il compianto frontman, tra l’altro, è una figura di riferimento per il mondo LGBT, e proprio nelle scorse settimane Rob Halford dei Judas Priest si era pronunciato sull’argomento e aveva affermato, ironicamente, che il ruolo della rockstar “non è roba da etero”.

Al Sardegna Pride hanno partecipato migliaia di persone e la madrina dell’evento è stata la scrittrice Michela Murgia. Alle canzoni dei Queen al Sardegna Pride si sono affiancati tanti excurcus musicali per ripercorrere, attraverso il mondo delle note, tutta la storia del movimento a partire dagli anni anni ’60 attraverso l’animazione di cinque carri. Il corteo si è fermato, infine, in Largo Carlo Felice.

Con la presenza della musica dei Queen al Sardegna Pride resta confermata l’importanza della band nel patrimonio della cultura, e con il beneplacito di Brian May emerge che tra i fan e gli artisti esiste un continuo canale di comunicazione e di stima, specialmente quando si parla di diritti civili e di lotta alla discriminazione.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.