Torna in tv il promo di Riviera ma la serie slitta a luglio: le novità sulla programmazione

Riviera si avvia verso la messa in onda su Canale 5, questa volta per davvero?

Canale 5 ci riprova o, almeno, lo speriamo. A due anni di distanza dalla messa in onda su Sky, la rete ammiraglia Mediaset ha finalmente deciso di prendere dal cassetto Riviera e rimetterlo in coda, ma quando vedremo i primi episodi? Qui viene il bello perché se nelle scorse settimane si è parlato di Riviera in onda a giugno al posto di Barbara d’Urso e del suo Live, adesso è tutto rimandato.

La conduttrice ha ottenuto una promozione e un ordine di nuove prime serate e sembra che questo farà slittare il debutto di Riviera al mese di luglio. In particolare, il nuovo promo si limita ad un laconico prossimamente senza specificare bene quando la prima stagione della serie andrà in onda ma secondo gli ultimi rumors sembra che la serata giusta sia quella del 10 luglio, sempre al mercoledì.

Julia Stiles alias Georgina Clios prenderà il posto di Barbara d’Urso portando con sé i misteri e il giallo alla base della prima stagione di Riviera. Il primo capitolo è composto da dieci episodi che, salvo cambiamenti, andranno in onda per cinque settimane quindi tenendo compagnia al pubblico di Canale 5 per tutto il mese di luglio e per quello di agosto. Questo potrebbe significare la mancata messa in onda della seconda stagione che su Sky andrà in onda proprio da luglio.

Riviera permetterà al pubblico di conoscere Georgina e il tragico incidente in cui il miliardario e collezionista di opere d’arte Constantine Clios perde la vita in seguito all’esplosione di uno yatch. Proprio sua moglie vorrà vederci chiaro sull’incidente e decide di indagare; ma ben presto scoprirà i segreti di suo marito e di tutto quello che gli girava intorno tra omicidi, violenze e menzogne. A quel punto sarà costretta a proteggere la sua vita e quello che le rimane ma a quale prezzo?

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.