Alternativa più convincente per provare Android Pie su Asus ZenFone 3: occhi sulla ROM Arrow OS

Punti di forza e di debolezza della ROM Arrow OS per chi si ritrova con uno smartphone ancora oggi molto amato in Italia

10
CONDIVISIONI

Sembrano esserci pochi dubbi sul fatto che sia stato interrotto lo sviluppo software ufficiale di uno smartphone ancora oggi molto popolare, come il cosiddetto Asus ZenFone 3. Al dì là del fatto che dal produttore asiatico e dalla divisione italiana non siano ancora giunte comunicazioni definitive sotto questo punto di vista, occorre prendere atto della realtà che si è configurata davanti ai nostri occhi, considerando quanto avvenuto nel corso degli ultimi mesi.

Premesso questo, in tanti si stanno chiedendo quale possa essere l’alternativa software migliore per chi si ritrova con un Asus ZenFone 3, come notato qualche giorno fa con il Samsung Galaxy S7. Ebbene, dando uno sguardo in giro, sento di dire che oggi 12 giugno la soluzione più interessante sia rappresentata dalla cosiddetta Arrow OS. Si tratta di una ROM che su XDA Developer ha raccolto moltissimi consensi in queste settimane e che, al contempo, ha il merito di portare a bordo dello smartphone Android Pie.

L’ultimo aggiornamento risale a marzo 2019, ma dai feedback ottenuti tutto dovrebbe funzionare per il meglio. Fatta eccezione per il roaming. In particolare, rispetto alle altre soluzioni che si trovano in giro, sembra che la tanto decantata Arrow OS sia in grado di fare la differenza soprattutto dal punto di vista della fluidità e della durata della batteria. Dettaglio non di poco conto, se si pensa che l’Asus ZenFone 3 abbia visto la luce tre anni fa. Per il resto tutto nella norma, comprese le normali funzioni software solitamente previste da Android Pie.

Insomma, analizzate tutti gli aspetti riguardanti questo percorso, soprattutto in merito alla necessità di conoscere bene il mondo delle ROM prima di procedere con il vostro Asus ZenFone 3, oltre ovviamente ai permessi di root che occorrono per fare le cose in modo corretto. Avete già provato? Fateci sapere.

Commenti (1):

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.