Al Bano conduttore e direttore artistico di Sanremo 2020, arriva la sua proposta: “Stavolta punto a presentarlo”

Al Bano conduttore e direttore artistico di Sanremo 2020: arriva la proposta dell'artista di Cellino San Marco.

2
CONDIVISIONI

Al Bano conduttore e direttore artistico di Sanremo 2020. Questa è la proposta che arriva direttamente dall’artista di Cellino San Marco, proprio nei giorni in cui Mahmood si sta preparando per rappresentare l’Italia a Eurovision Song Contest con Soldi che porterà nella finale di sabato 18 maggio.

Il toto nomi per la prossima edizione del Festival di Sanremo è ancora nel pieno, anche se si parla di Amadeus come possibile conduttore dopo la doppia annata Baglioni e le tre edizioni completamente targate Rai di Carlo Conti. L’ufficialità ancora manca, ma quel che sembra certo è che si tratterà di una stagione completamente supportata dall’azienda, sia in ciò che concerne la conduzione sia in tutte le scelte di carattere organizzativo e artistico.

In tutta questa serie di dubbi c’è però chi si propone spontaneamente per la conduzione e la direzione artistica della prossima edizione del Festival di Sanremo e si tratta di Al Bano Carrisi. Dice l’artista a Il Tempo:

“Per quel che mi riguarda, io propongo una canzone un anno sì e tre no, quindi sarei pronto per la prossima edizione. Ma stavolta il Festival punto a presentarlo. Gli artisti possono dare un grande apporto al Festival. Io ho sulle spalle decenni di gavetta e conosco il pubblico come tanti conduttori televisivi. E poi faccio le cose “con grazia”, me lo faccia dire, e di questi tempi non è cosa da poco. Il Festival è come un bellissimo pullman musicale e io farei l’autista, con la speranza di portarlo anche in giro per il mondo. Da anni sto cercando di organizzare un tour di Sanremo in Cina, per esempio. Spero un giorno di riuscire a farcela”.

Sul regolamento, Al Bano dimostra di avere già le idee molto chiare.

“Non bisogna allontanarsi troppo dall’anima di Sanremo che è la gara. Quindi reintrodurrei le eliminazioni e, per quanto riguarda gli artisti, cercherei di creare un equilibrio tra melodia e rap, ridimensionando un po’ quest’ultimo. Non bisogna dimenticare che è la melodia che ha fatto conoscere la musica italiana nel mondo”.

Sul fronte Mina alla direzione artistica sembra invece nutrire ancora molti dubbi: “Penso che sarebbe un gran colpo, ma non credo che si farà”.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.