Ritardo abissale per le eSIM su iPhone XR, XS e XS Max in Italia: Vodafone temporeggia, Wind Tre sorpassa?

Nessuna speranza ancora per chi vorrebbe trasformare il suo melafonino in un device finalmente dual SIM.

6
CONDIVISIONI

Potremmo definire addirittura scandalosa la mancata disponibilità di eSIM su iPhone XR, XS e XS Max in Italia. Nonostante la promessa di Vodafone di introdurre la novità subito dopo l’opportuno aggiornamento iOS 12 per i recentissimi melafonini, chi possiede uno dei tre costosi smartphone Apple ancora non può usufruire della doppia scheda (una fisica e l’altra appunto digitale) sul suo  telefono e la situazione è altrettanto incerta pure per gli altri operatori presenti sul nostro territorio.

Al lancio delle eSim su iPhone (almeno la rispettiva ultima generazione dei top di gamma) avevamo già dedicato un approfondimento doveroso a settembre, ossia quando al lancio dei nuovi melafonini si era pure svelato l’accordo con Vodafone Italia per garantire la tecnologia delle SIM non fisiche nel telefono. Da allora nulla è cambiato e la preziosa funzione è giunta in realtà con l’operatore mobile solo per gli Apple Watch e niente più. Doveroso dunque fare un nuovo punto della situazione, sulla base delle informazioni appena raccolte,

Vodafone continua a temporeggiare sullo sbarco delle eSIM su iPhone, come ben visibile nel tweet alla fine di questo articolo. Non si mette affatto in discussione il lancio delle opportune offerte commerciali dedicate alle schede telefoniche non fisiche ma si continua a non fornire una tempistica esatta per la loro disponibilità. La cosa stupisce e non poco visto che in altri paesi lo stesso vettore già da tempo ha effettuato il grande salto verso la tecnologia.

Qual è invece la situazione relativa allo sbarco delle eSIM su iPhone a mezzo di altri operatori mobili? Sempre come riportato da un ulteriore cinguettio ufficiale presente in chiusura articolo, è Wind Tre a dare speranza ai suoi clienti con una dichiarazione specifica: i lavori  per la messa a disposizione delle specifiche schede  sono in corso. Pure in questo caso non viene fornita alcuna tempistica per il lancio proprio delle eSIM e delle offerte correlate, ma almeno gli utenti italiani ormai sanno di poter aspettarsi l’evoluzione anche da un secondo protagonista del mercato mobile e quest’ultimo potrebbe addirittura sorpassare il concorrente Vodafone. Non c’è motivo per non crederlo possibile.

Lascia un commento: