Sorpasso Huawei su Samsung è già realtà: dati vendite in Russia presagio di svolta nel 2019?

Presagio di nuovo primato dagli ultimi dati 2018? Le prospettive future

55
CONDIVISIONI

Solo due giorni fa, chiudevamo il 2018 su OptiMagazine con una riflessione sui brand Huawei e Samsung fortemente antagonisti nel mercato degli smartphone con sistema operativo Android.  Guardando ai dati globali, Samsung ha chiuso l’anno appena terminato sempre in vetta alla classifica dei produttori di dispositivi, subito seguita tuttavia da Huawei che, dalla sua parte, ha vissuto gli ultimi 12 mesi con un incremento di vendite davvero esponenziale. Di qui la nostra ipotesi con la quale chiudevamo il nostro approfondimento: sarà forse il 2019 l’anno dell’avvicendamento dei due marchi? Quest’oggi scopriamo che il pronostico, in un certo senso, si è già avverato, anche se solo localmente.

GizChina ha appena analizzato i dati di vendite di smartphone Huawei contro quelli Samsung in Russia, chiarendo  che nell’arco temporale già del terzo trimestre 2018 (dunque luglio, agosto e settembre scorso), il brand cinese ha superato quello sudcoreano, anche se di pochissimo. Secondo i dati Counterpoint Research, la quota mercato sempre in Russia per il mobile, è stata del 31% per Huawei, mentre del 30% per Samsung. Solo all’ombra del Cremlino il primo produttore ha venduto 2,84 milioni di smartphone in Russia. Insomma, cifre da capogiro.

Il caso russo potrà ripetersi anche altrove, almeno in Europa? In Russia potrebbero di certo essere più propensi ad acquistare Huawei piuttosto che Samsung ma resta il fatto che il produttore ha effettuato il suo sorpasso in un mercato niente affatto di poco conto e in molti altri paesi vicini e pure in Italia, l’indice di gradimento per il brand continua a salire. Il tutto per merito del buon rapporto qualità/prezzo del device e pure per l’ottima politica di supporto software dei dispositivi, anche quelli non più recentissimi.

Questo 2019 si prospetta carico di sfide tra i due produttori Android. Chi la spunterà, fin dal primo trimestre di questo 2019?

Segui gli aggiornamenti della sezione Huawei sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.