Nuove indiscrezioni choc sul suicidio di Avicii dopo la lettera della famiglia del dj svedese

Giallo sul suicidio di Avicii, emergono nuovi particolari sulla morte del dj svedese avvenuta all'improvviso il 20 aprile scorso.

Emergono nuovi rumors sul presunto suicidio di Avicii. Secondo quanto riporta TMZ, il noto dj svedese sarebbe morto a seguito di numerose ferite da taglio provocate da un coccio di vetro.

L’artista si sarebbe quindi servito dei resti di una bottiglia rotta per compiere il folle gesto, ferendosi ai polsi e al collo fino a morire dissanguato.

La morte di Avicii, avvenuta in circostanze sospette, ha sconvolto il mondo della musica solo qualche settimana fa, quando è stata data notizia della sua prematura scomparsa.

Esclusa inizialmente la pista suicida, in molti avevano ipotizzato che Avicii fosse rimasto vittima di uno dei disturbi di salute degli ultimi anni, tra cui una pancreatite probabilmente causata da un abuso di alcool.

La scioccante possibilità del suicidio è invece emersa solo qualche giorno fa tramite una lettera nella quale la famiglia ha chiesto il più stretto riserbo sull’accaduto dei giorni scorsi, lasciando intendere che il giovane artista si fosse tolto la vita.

In queste ore, è TMZ a riaprire il caso rivelando le modalità con le quali l’artista avrebbe perso la vita in quello sventurato pomeriggio del 20 aprile in cui viene data la notizia della sua scomparsa presso Muscat, in Oman.

Sarebbero quindi queste le ultime notizie sulla sua morte improvvisa, che ha lasciato sgomento il mondo della musica ma anche i numerosi fan che ancora non si capacitano dell’accaduto. Secondo quanto riportato nella lettera della famiglia, Avicii sarebbe stato insofferente nei confronti del mondo dello spettacolo, da lui non apprezzato, così da voler abbandonare per sempre la musica che comunque ha sempre dichiarato essere la sua grande passione. La totale perdita di privacy non gli avrebbe giovato, tanto da indurlo a compiere il gesto estremo appena testimoniato da fonti anonime sul sito TMZ. Per il momento, non esistono conferme ufficiali su quanto riportato dal portale.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.