Claire Danes stacca la spina ad Homeland e annuncia la sua gravidanza: l’ottava stagione sarà l’ultima

Claire Danes annuncia la sua seconda gravidanza e la fine di Homeland con l'ottava stagione, Showtime confermerà?

2
CONDIVISIONI

Homeland è stata una delle serie più intense di questi anni, è arrivata in un momento delicato, ormai quasi dieci anni fa, ma anche per lei è arrivato il momento di chiudere i battenti. Trascinare i progetti importanti spesso li fa diventare quasi sciocchi e petulanti e la vita di Carrie Mathison ne ha già vissute abbastanza.

A staccare la spina ad Homeland è stata proprio Claire Danes che in’intervista ha chiarito che la serie terminerà con la stagione 8 confermando i rumors dei giorni scorsi con un laconico: “sì, è così” in risposta alla domanda di Howard Stern: “È stato un continuo allenamento e sono pronta per una tregua da tutto questo e da Mathry Carrie-pazza“.

Queste sono le parole della Danes che parla di come in questi anni sia sempre stata sotto pressione per via degli eventi della serie legati al terrorismo e all’adrenalina.  A quanto pare, però, questo non è l’unico motivo che l’ha spinta a staccare un po’ visto che, nella stessa intervista, ha annunciato di essere incinta ed è al suo secondo trimestre. Questo sarà il secondo figlio per la Danes e il marito Hugh Dancy che hanno già un bambino di cinque anni.

Ance in questo caso la gravidanza non dovrebbe influenzare la produzione dello show. Non è previsto che Homeland torni in produzione per la stagione 8 prima della fine dell’anno e questo significa che l’attrice avrà tutto il tempo di vivere al meglio questi ultimi mesi di gravidanza.

Homeland aveva ottenuto il doppio rinnovo per una settima e ottava stagione già alla fine della stessa e lo stesso produttore esecutivo, Alex Gansa, aveva già detto all’epoca che il team avrebbe scritto un finale per la serie. La decisione finale comunque spettava a Showtime che ancora non si è pronunciata sulla cancellazione in via definitiva della serie.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.