Partito l’aggiornamento Oreo su OnePlus 3 e 3T, cosa cambia: battuti OnePlus 5 e 5T e ammiraglie Samsung e Huawei

La vecchia guardia OnePlus pronta a fare la differenza contro tutti. Una prerogativa eccezionale per i possessori delle due ammiraglie 2016.

2
CONDIVISIONI

L’aggiornamento ufficiale di OnePlus  3 e 3T ad Android 8.0 Oreo di oggi 19 novembre ha dell’incredibile. Un passo compiuto su questi device 2016 ben prima dei successori OnePlus 5 e 5T, per non parlare poi dei blasonati e costosi rivali hi-tech Samsung Galaxy S8, Note 8 ma pure di tutta la serie Huawei P10. Un’esclusiva anteprima, possiamo pure definirla così,  che fa ancora una volta riflettere sull’ottima esperienza software che il brand cinese riesce a garantire ai suoi clienti, per un prezzo dei dispositivi tutto sommato abbastanza contenuto.

L’aggiornamento Oreo sui OnePlus 3 e 3T è quello relativo al firmware OxygenOS 5.0,  basato proprio sulla versione Android 8.0. Cosa cambia con il nuovo major update? Moltissime cose: in primis viene introdotta ufficialmente la funzione delle app gemelle, ossia la possibilità di duplicare ad esempio WhatsApp; ancora, viene inclusa nella nuova versione del sistema operativo la nuova modalità tanto attesa Picture in Picture (PiP): ciò significa che sarà possibile ridurre a piccola finestra un’app, mentre si effettua un’altra operazione. Ad esempio un video YouTube continuerà ad essere eseguito anche mentre si fa altro sul telefono.

Quali altre novità con Oreo su OnePlus 3 e 3T? Con Auto-fill, il sistema provvederà al riempimento automatico dei campi  user e password con Google, poi con Smart Text Selection si otterrà una  selezione intelligente del testo e verranno infine aggiunti dei segnalatori di notifica  per le app e anche una modalità automatica per caricare le foto su Shot on Oneplus. Con l’ultimo update viene infine modificato il design delle cartelle e viene introdotta la patch di sicurezza di settembre (quest’ultima è una nota dolente, visto che nel frattempo sono state rese disponibili da Google anche quelle di ottobre e novembre).

L’aggiornamento di OnePlus 3 e 3T è partito in queste ore ma meglio non disperare se la relativa notifica non arriverà in giornata. Il roll-out potrebbe prendere qualche giorno ma è stato senz’altro avviato in anticipo rispetto ai OnePlus 5 e 5T che invece riceveranno il major update nella versione definitiva solo a gennaio. Un gran passo in avanti per le ammiraglie del 2016 che pure hanno anticipato i tempi previsti dai concorrenti Samsung e Hiuawei per i rispettivi Samsung Galaxy S8 e per i Huawei P10. In effetti, per questi device, sono disponibili solo le versioni beta del firmware, scacco matto senz’altro.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.