Criminal Minds ancora in attesa del rinnovo: chiusura in arrivo dopo l’addio di Shemar Moore?

Il network CBS non ha ancora rinnovato la serie poliziesca Criminal Minds: che dopo undici anni e l'addio a Shemar Moore stia per arrivare la chiusura?

13
CONDIVISIONI

Le serie ad alto potenziale longevità sono spesso e volentieri quelle a tema poliziesco. Ne sa qualcosa CBS, che sulla serie NCIS creata da Donald P. Bellisario punta da ormai tredici anni: dal 2003 ne sono state prodotte 13 stagioni, e il network ha già ordinato le stagioni 14 e 15. Lo stesso non si può dire per Criminal Minds, figlia della stessa casa televisiva, il cui destino è tuttavia appeso ad un filo.

Giunta ormai alla sua undicesima stagione dopo altrettanti anni sul piccolo schermo – la serie ha debuttato nel 2005 -, Criminal Minds dovrà presto fare i conti con un addio molto sentito dai fan e dal cast: Shemar Moore, interprete dell’agente Derek Morgan, lascerà la fittizia divisa dell’FBI per dedicarsi meglio alla propria vita privata e ad eventuali progetti futuri.

Come si dice, però, the show must go on: anche senza uno dei suoi pilastri, la serie andrà avanti per la sua strada. O almeno, così dovrebbe essere: Criminal Minds è ancora in attesa di essere rinnovata da parte di CBS.

Il network ha annunciato tempo fa la lista delle serie tv sicuramente rinnovate per la stagione 2016/17: per quanto riguarda le serie criminal, nell’elenco figurano nomi come Blue Bloods, Hawaii Five-0, Scorpion ed entrambi gli spin-off di NCIS. Grandi assenti sono proprio Criminal Minds e il suo spin-off, Criminal Minds: Beyond Borders, fresco di debutto: è in onda negli USA dal 16 marzo.

Sarà l’assenza di Shemar Moore a far esitare i produttori riguardo un’ipotetica dodicesima stagione dello show? In realtà, il motivo sembrerebbe ben più pragmatico: la produzione di Criminal Minds ormai costa troppo. La serie è infatti il frutto di una collaborazione tra CBS Network e gli ABC Studios, che pare ora stiano attraversando una fase di stallo per quanto riguarda costi di produzione e spartimento dei profitti.

Ad illuminarci sulla situazione è il co-produttore esecutivo di Criminal Minds, Harry Brings, che da fine marzo twitta riguardo la situazione economica legata alla serie. Al 26 marzo risale un primo tweet, che comunica al mondo la negoziazione in corso tra CBS e ABC.

Il 30 marzo, poi, Brings pubblica l’ultima data utile per ottenere un rinnovo della serie da parte del network: 10 maggio, solo 6 giorni dopo il finale di stagione.

Al 22 aprile risale infine un tweet quasi minaccioso, che suona come un ultimatum: “A Criminal Minds manca solo un episodio, previsto per il 4/5/16. Un finale con un enorme cliffhanger. Sarà meglio che Criminal Minds abbia una stagione 12, o il cliffhanger non arriverà a una resa dei conti“.

All’ultima data disponibile per sperare in un rinnovo di Criminal Minds mancano ormai meno di due settimane: Hotch e gli agenti riusciranno a superare indenni la crisi, o cadranno vittima dei problemi economici?

Commenti (1):

Gianna cassoli

Sono molto dispiaciuta per l,addio di Morgan in quanto i dialoghi con gli altri erano spesso divertenti e soprattutto interessanti

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.